Uno studio rivela: sostanze cancerogene nei rossetti

Schermata 2013-05-03 a 11.10.51

I rossetti in commercio potrebbero contenere livelli preoccupanti di metalli tossici. L’allarme arriva da una nuova ricerca della School of Public Health dell’Universita’ della California che ha testato trentadue rossetti e lip gloss che si trovano comunemente nelle profumerie e nei grandi magazzini degli States. I risultati hanno delineato uno scenario preoccupante: i prodotti contengono numerose sostanze nocive, dal piombo al cadmio, dal cromo all’alluminio fino ad altri metalli, alcuni dei quali a livelli che potrebbero essere dannosi per la salute

Lo studio, pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives, evidenzia il rischio di assorbimento o ingestione accidentale attraverso le labbra di questi materiali contenuti nei rossetti e nei lucidalabbra.

I ricercatori hanno quantificato l’uso medio quotidiano dei rossetti tra le donne che corrisponderebbe all’ingestione giornaliera di 24 milligrammi di lipstick al giorno. Per le donne che riapplicano il prodotto piu’ volte al giorno la soglia si alza ad 87 milligrammi. Il ricorso a questi prodotti, ammoniscono gli autori dell’indagine, potrebbe sottoporre le donne ad una eccessiva esposizione al cromo – sostanza cancerogena legata ai tumori allo stomaco – all’alluminio, al cadmio e al manganese.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

San Raffaele, continua la protesta degli studenti

Next Article

Genitori ansiosi e severi favoriscono la depressione negli adolescenti

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".