Un anno dopo, lo sport ricorda Simoncelli

Il 23 ottobre 2011 moriva a soli 24 anni sul circuito di Sepang il motociclista italiano Marco Simocelli. Ieri, ad un anno esatto dalla scomparsa, giornata di ricordi e commemorazioni per il Sic.

Il 23 ottobre 2011 moriva a soli 24 anni sul circuito di Sepang il motociclista italiano Marco Simocelli. Ieri, ad un anno esatto dalla scomparsa, giornata di ricordi e commemorazioni per il Sic.

Online migliaia di messaggi da parte dei fan che non hanno dimenticato Marco. Poesie ed immagini hanno invaso internet e i social network, facendo tornare alla mente quel maledetto secondo giro durante il gran premio della Malesia in cui un tragico incidente spense la vita del pilota.

Un triste anniversario omaggiato dai concittadini di Coriano, dai tanti sostenitori e da tutti coloro che sono rimasti sconvolti dalla morte di questo giovane campione.

Anche il mondo dello sport si è unito in sua memoria. Su tutti l’amico Valentino Rossi che ha scritto su Twitter: «Dopo un anno quaggiù va avanti tutto come al solito, pero senza di te non è più la stessa cosa. Ciao Sic, ci manchi». Dolore e commozione nelle parole degli avversari di pista Andrea Dovizioso, Mattia Pasini, Jorge Lorenzo e tanti altri ancora.

Non solo motori. Una dedica speciale è arrivata dal tennista spagnolo Nadal mentre sono mancati i ricordi dal mondo del calcio. «Oggi ci tengo anch’io a ricordare il sorriso di Marco Simoncelli» ha twittato Alessandro Del Piero dall’Australia mentre il Milan, squadra del cuore del motociclista, ha pubblicato sul proprio sito internet una breve nota: «È passato un anno ma non ti abbiamo dimenticato. Ciao Sic, rossonero vero!».

Andrea Palazzo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bottega Finzioni,18 borse per formarsi con Carlo Lucarelli

Next Article

Piazza Affari, lo stage mettilo in Borsa

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".