Rivoluzione a Reggio Emilia, niente più code al centro per l’impiego

niente più code

Niente piu’ code ai Centri per l’impiego di Reggio Emilia grazie alla nuova modalita’ di accesso online attiva da oggi in particolare per l’espletamento delle pratiche amministrative connesse al riconoscimento dello stato di disoccupazione.

Una novita’ giudicata molto positivamente dal vicepresidente Pierluigi Saccardi, che ricorda come da alcuni anni la Provincia sollecitasse la Regione Emilia-Romagna affinche’ rendesse possibile l’accesso online ai Centri per l’impiego.

Una richiesta avanzata in particolare per migliorare la gestione dei servizi erogati nella prima settimana di luglio quando, ai numerosi disoccupati che normalmente si rivolgono ai Centri per l’impiego, si sommano anche 1.500 lavoratori precari della scuola.

“Grazie allo sviluppo del sistema informativo dei Centri per l’Impiego, ora tutte queste persone potranno effettuare le proprie pratiche direttamente da casa, con un normale collegamento Internet – sottolinea il vicepresidente Saccardi.

Per farlo, e’ pero’ necessario accreditarsi, pertanto raccomando a chi ancora non lo avesse fatto di collegarsi al sito della Provincia e provvedere al piu’ presto, cosi’ da poter effettuare tutte le procedure direttamente da casa”. Per accedere online ai Centri per l’impiego occorre collegarsi al sito web della Provincia di Reggio Emilia (www.provincia.re.it) – o direttamente alla sezione Lavoro (htttp://lavoro.provincia.re.it) – cliccare sull’icona di LavoroPerTe e seguire le istruzioni. Per agevolare ulteriormente l’operazione di accreditamento e’ stato realizzato un video dimostrativo e un operatore e’ comunque a disposizione on-line per qualsiasi dubbio.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ocse, in Italia spesa per studente ferma da 15 anni

Next Article

La protesta di Link: "Via i giochi d'azzardo dalla Sapienza"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".