Ricerca sul cervello e progetto Brain: svolgimento e commento

Ricerca sul cervello progetto Brain

Tipologia B, Ambito scientifico: ricerca sul cervello. La ricerca deve scommettere sul cervello.

Ecco un breve riassunto della materia in questione, con informazioni di agenzia nel momento del lancio del progetto Brain da parte di Obama e brevi commenti su risvolti e sviluppi.

 

SVOLGIMENTO

Una mappatura del cervello in grado di far progredire le cure per malattie come Alzheimer o morbo di Parkinson e gettare le basi per studi avanzati sull’intelligenza artificiale.

E’ il progetto lanciato dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, con uno stanziamento di 100 milioni di dollari per l’iniziativa direttamente dal budget dell’amministrazione di Washington. ”Il piu’ potente computer del mondo non e’ neanche paragonabile a quello con il quale siamo nati tutti”, ha detto Obama parlando alla Casa Bianca.

‘Qui abbiamo un enorme mistero che aspetta di essere svelato. E il progetto BRAIN cambiera’ le cose fornendo agli scienziati gli strumenti per avere un’immagine dinamica del cervello in azione”. I particolari dell’iniziativa, anticipata il mese scorso dal New York Times, verranno svelati la prossima settimana. I ricercatori cercheranno di riportare delle immagini complesse del cervello in grado di individuare cellule e neuroni al lavoto, in modo da esaminare il modo attraverso il quale il cervello registra, usa e ricorda una enorme quantita’ di informazioni. Il progetto BRAIN (Brain Research through Advancing Innovative Neurotechnologies) sara’ guidato dall’Istituto nazionale di sanita’ americano, dall’Agenzia di ricerche avanzate per la Difesa e dalla Fondazione nazionale per la scienza”.

Brain Activity Map Project è il titolo completo del progetto made in Usa, che vedrà la luce nel prossimo 2014 con un investimento iniziale di ben di 100 milioni di dollari.

Sono tante le possibili considerazioni da fare per commentare la vicenda, a partire proprio dalla differenza che accade nel mondo della ricerca tra Usa e Italia. Nel nostro paese, infatti, progetti simili sarebbero davvero difficili da sviluppare. La situazione della ricerca in Italia è completamente diversa. Qui potere trovarne un’ampia descrizione, con informazioni utili e riflessioni importanti, senza dimenticare i dati.

RN

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Maturità, le prime reazioni: "Chi è Magris?". Il commento: "Le tracce sono difficili anche per un docente"

Next Article

Roma, ennesimo sciopero lunedì 24 giugno. INFO E FASCE DI TOLLERANZA

Related Posts
Leggi di più

Finge di avere due lauree: professoressa dovrà restituire 20 anni di stipendi

Un'insegnante di sostegno che ha prestato servizio in diverse scuole della Brianza è stata condannata al risarcimento di 314mila euro per aver falsificato, dal 2000, i certificati di laurea in pedagogia e psicologia. Il caso è scoppiato dopo che la donna aveva denunciato la preside di uno degli istituti nel quale lavorava per mobbing.