No, la Casa Bianca non costruirà la Morte Nera

Schermata 2013-01-15 a 15.18.51

No, la Casa Bianca NON costruirà la Morte Nera

La Casa Bianca boccia la costruzione della Morte Nera.

Può sembrare uno scherzo ma in realtà non lo è: un gruppo di fan della saga di “Guerre Stellari” hanno lanciato una petizione online sul sito della Casa Bianca per chiedere all’amministrazione Obama di costruire una vera e funzionante Morte Nera, la gigantesca stazione di battaglia con tanto di cannone laser a cui bastava un ordine di Darth Fener per polverizzare un pianeta con un colpo solo.

Secondo i 25mila firmatari della petizione,  «una stazione di superiorità spaziale e un sistema di armamenti come la Morte Nera» avrebbe potuto far parte del programma di difesa spaziale e grazie all’impresa, il governo degli Stati Uniti avrebbe potuto «aumentare i posti di lavori nei campi per la costruzione, dell’ingegneria e dell’esplorazione spaziale».

La Casa Bianca ha affidato a Paul Shawross, responsabile per la gestione dei fondi governativi per scienze e spazio,  ha risposto respingendo la proposta.

«Questa non è la risposta alla petizione che state cercando», dice Shawcross, citando apertamente una famosa battuta del film.

La risposta di Shawcross è piena di citazioni, riferimenti e rimandi alla saga di George Lucas.

Tra i motivi per cui la Casa Bianca ha bocciato il progetto perché «l’Amministrazione non appoggia l’idea di far saltare in aria i pianeti», costerebbe «oltre 850.000.000.000.000.000 dollari» e, si chiede Shawcross, «perché dovremmo spendere così tanti soldi dei contribuenti per costruire una Morte Nera che ha il fondamentale difetto di poter essere distrutta da una singola astronave monoposto?»

Conclude Shawcross: «Se farete carriera nella scienza, tecnologia, ingegneria o nei campi legati alla matematica, la Forza sarà con noi! Ricordate, il potere di distruzione della Morte Nera o l’intero sistema solare sono insignificanti se paragonati al potere della Forza».

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bibliotech, la biblioteca del futuro senza libri ma con gli e-reader

Next Article

Calo di vendite iPhone 5: il titolo Apple crolla in borsa

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".