I 10 uomini più ricchi al mondo (senza laurea)

Chi sono gli uomini più ricchi al mondo? Ogni anno il periodico Forbes stila la classifica dei miliardari. Ecco a voi, invece, la versione più aggiornata della classifica tutta particolare: gli uomini più ricchi al mondo, senza laurea. Da Steve Wozniack, numero 2 di Apple a Bill Gates, fondatore di Microsoft. Da Ted Turner, fondatore della CNN, a Richard Branson, padre della Virgin. Tutti con lo stesso passato in comune. La domanda, comunque, resta la stessa: chissà come si sarebbero mossi, oggi, i nostri cari miliardari. I tempi sono cambiati ed è facile cadere nella contraddizione: la laurea serve, eccome. Questi sono solo casi “particolari”.
 
#10 – Steve Wozniak
Co-fondatore di Apple, sin da piccolo, è sempre stato appassionato di elettronica. Ha frequentato l’Università di Berkeley solo per un breve periodo. Lì, ha conosciuto Steve Jobs. Oggi il suo patrimonio si attesta su 100 milioni di dollari.
steve-wozniak
 
 
#9 Steve Madden 
Madden ha frequentato l’Università di Miami, ma è dovuto tornare a casa perché suo padre rifiutava di “mantenerlo” per divertirsi. Lasciata l’università, dunque, Madden ha cominciato a lavorare in una serie di aziende specializzate nella produzione di scarpe e, quando nel 1990 ha fondato la propria società, sul suo conto in banca c’erano poco più di mille dollari. Oggi la sua fortuna è valutata in 120 milioni di dollari.
steve-madden-thought-his-wolf-of-wall-street-portrayal-was-too-nerdy
 
 
#8 James Cameron 
Regista premio Oscar, produttore cinematografico e da molti considerato uno dei “visionari” del cinema. Ha lavorati anche come autista di camion. Il suo primo film del 1978 gli è valso un posto di lavoro a New World Pictures. Nel 1984, si è fatto notare come sceneggiatore e regista di Terminator. Successivamente, ha firmato Alien, Titanic e Avatar. Il suo patrimonio è stimato intorno ai 700 milioni di dollari.
JamesCameronProduction1
 
#7 Ted Turner 
Dopo essere stato cacciato dalla Brown University, il padre gli ha dato un lavoro come manager della Turner Advertising di Macon. Dopo la scomparsa del padre nel 1963, il giovane Turner ha assunto il ruolo di presidente e ceo, cambiando poi il nome dell’azienda in Turner Broadcasting Company. Oggi, il fondatore di Cnn può vantare un patrimonio da 2,2 miliardi di dollari.
Ted Turner 1
 
#6 Richard Branson
Lascia subito gli studi per fondare “Student”, un periodico di cultura giovanile. Grazie al successo dell’iniziativa ha dato vita alla Virgin. Attualmente, sotto l’ombrello del nome Virgin figurano oltre 200 aziende in trenta Paesi. Branson ha un patrimonio da 5,1 miliardi di dollari e sta pensando a voli spaziali grazie alla Virgin Galactic.
Richard Branson
 
#5 Ralph Lauren 
Dopo aver studiato business per due anni al Baruch College di Manhattan, Lauren ha lasciato gli studi per entrare nell’esercito. Nel 1964, si è spostato e ha trovato lavoro presso un produttore di cravatte dove si è fatto notare perché disegnava cravatte larghe in un periodo in cui andavano di moda quelle strette. E’ stato così che ha deciso di aprire la propria azienda di cravatte che, nel primo anno, ha fatturato mezzo milione di dollari. Oggi, il suo patrimonio è valutato 8,2 miliardi di dollari.
ralphlauren
 
#4 Steve Jobs 
Jobs ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo della tecnologia. Ha frequentato solo per sei mesi il Reed College, prima di iniziare a lavorare come disegnatore di videogame per Atari. Nel 1976, insieme a Steve Wozniak, ha fondato Apple. Alla data della sua morte, il suo patrimonio si attestava a 10,2 miliardi di dollari.
steve-jobs
 
#3 Mark Zuckerberg 
Quando era al liceo, Zuckerberg ha attirato l’attenzione di Aol e Microsoft, partecipando alla creazione di Winamp, un plug-in che permetteva di costruire playlist personalizzate. Dopo averrifiutato delle proposte di lavoro per iscriversi all’università, nel febbraio 2004 ha lanciato “The facebook” dalla sua stanza nel dormitorio di Harvard. Visto il grande successo della piattaforma, Zuckerberg ha abbandonato l’università per far crescere la sua azienda. Il patrimonio di Zuckerberg è di 32,5 miliardi di dollari.
1000509261001_1822909398001_BIO-Biography-29-Innovators-Mark-Zuckerberg-115956-SF
 
#2 Larry Ellison 
Ellison non ha lasciato solo un’università, ma due. Dopo di che, si è trasferito a Berkley, dove ha imparato a programmare in alcune aziende. Successivamente, ha trovato lavoro come programmatore presso Amdahl e ha fondato Software Development Labs con due colleghi, ottenendo un contratto per la costruzione di un sistema di database management chiamato Oracle. Oggi, ha un patrimonio da 51,8 miliardi di dollari.
 
Larry Ellison, chief executive officer of Oracle Corp., speaks during the Oracle OpenWorld 2011 conference in San Francisco, California, U.S., on Sunday, Oct. 2, 2011. Ellison introduced a new computer system for analyzing data in computer memory for faster performance called the Exalytics Intelligence Machine. Photographer: David Paul Morris/Bloomberg *** Local Caption *** Larry Ellison
 
#1 Bill Gates 
Il fondatore di Microsoft non ha terminato gli studi. All’età di 13 anni, si è interessato alla programmazione dei computer e a 15 anni ha guadagnato i suoi primi 20mila dollari quando, con Paul Allen, ha sviluppato un programma per monitorare il traffico di Seattle. Cinque anni più tardi, hanno fondato Microsoft e oggi Gates domina un impero da 86 miliardi di dollari.
bill-gates

Total
0
Shares
2 comments
Lascia un commento
Previous Article

The Big Bang Theory entra nelle Università e lancia borse di studio da 4 milioni di dollari

Next Article

L'Università introduce la doppia carriera studente-atleta

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".