Guerra al gioco d’azzardo. Arriva la slot che si spegne da sola

Rien ne va plus. Les jeux sont faits.

Si prevedono brutti tempi per i giocatori d’azzardo italiani. Dopo l’apertura dello sportello per giocatori patologici, promosso dalla Regione Campania, ecco una nuova misura da parte dello Stato per continuare la guerra agli accaniti del gioco: arrivano le slot che si spengono da sole. A confermare l’ipotesi è Luigi Magistro, ex colonnello della Guardia di Finanza, in un’intervista al Corriere della Sera.

Secondo Magistro: “Si sta lavorando insieme alla presidenza del Consiglio a nuovi meccanismi che consentano di intercettare i casi di gioco impulsivo. Le slot machine – continua – sono tutte legate ad una rete telematica; con questi studi, ogni singola macchinetta potrebbe “capire” che si sta passando il limite nella frequenza e nel numero delle giocate, e mandare, così, una serie di avvertimenti al giocatore. In casi estremi, se questi continua, la slot potrebbe spegnersi automaticamente”.

La Guardia di Finanza, supportata dall’apparato istituzionale, sta intensificando i controlli, proprio in questi ultimi tempi. Le multe previste, poi, sono salatissime e vanno da 5 fino a 20mila euro, con la chiusura del locale fino a 30 giorni.

Lo Stato sta mettendo in atto anche un piano di ridistribuzione delle macchinette, seguendo quello che è il modello in Francia e Spagna. Anche in questi due paesi, infatti, la presenza delle slot è molto elevata, ma, al contrario dell’Italia, queste si concentrano in poche zone, come i casinò e i minicasinò, perlopiù nelle aree turistiche.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Vivibilità: Bolzano in cima alla top ten. In coda Taranto

Next Article

6000 euro in più in busta paga: babbo natale è il re del cachemire

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".