Un’app per fare sesso a distanza collegata all’intimo hi-tech

index

La Durex Australia ha inventato un’app per smartphone grazie alla quale si potrà fare sesso a distanza.
Si chiama “Fundawear” ed è in grado di inviare “sensazioni piacevoli” a boxer, reggiseni e slip tecnologici.
Nell’intimo maschile e femminile, infatti, sono stati inseriti dei motori a vibrazione che inviano scariche elettriche ai punti erogeni.
Il touch dello smartphone consente, inoltre, di inviare coccole virtuali in punti precisi, scelti dal partner. Per colmare la distanza, basterà avere Skype, per parlare e guardare negli occhi il proprio compagno.
Fundawear è ancora in fase sperimentale, anche se è possibile andare sulla pagina Facebook della Durex per vincere un prototipo. In molti, comunque, scommettono già sul suo successo.
AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Uguaglianza dei meritevoli", domani Profumo alla Scuola Sant'Anna

Next Article

Roma Tre: incontro con Giuliana Salce. Ascesa, caduta e rinascita di una campionessa sportiva

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".