“Uguaglianza dei meritevoli”, domani Profumo alla Scuola Sant’Anna

Schermata 2013-04-22 a 10.26.23

Il 23 aprile la presentazione con il Ministro Francesco Profumo e con il
 Presidente della Scuola Superiore Sant’Anna Giuliano Amato

”Uguaglianza dei meritevoli”, inizia il progetto per valorizzare il merito e
per favorire la mobilità sociale agevolando l’accesso agli studi
universitari



Quale ruolo gioca il background economico, sociale e geografico nell’accesso
all’istruzione universitaria in Italia? Qual è e quale dovrebbe essere il
ruolo dell’Università nella promozione della mobilità sociale?

E quali le
strategie per renderlo veramente efficace, in collaborazione con le scuole
superiori?  Sono questi alcuni interrogativi che saranno affrontati durante
la presentazione, che si presenta come un “evento inaugurale” del progetto
”Mobilità Sociale e Merito”, promosso dalla Scuola Superiore Sant’Anna di
Pisa, con il monitoraggio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e
della Ricerca (Miur) in programma per martedì 23 aprile dalle ore 10.00,
proprio alla Scuola Superiore Sant’Anna.



La giornata, che vedrà la partecipazione di esperti, di docenti universitari
e delle scuole secondarie, sarà introdotta dal Ministro Francesco Profumo,
dal Presidente della Scuola Superiore Sant’Anna Giuliano Amato e dal
Prorettore Vicario Pierdomenico Perata.  In mattinata seguiranno gli
interventi dei membri dell’Osservatorio per la Mobilità Sociale ed il
Merito:

il Preside della classe di Scienze sociali alla Scuola Superiore
Sant’Anna Luigi Marengo; l’Ordinario di Economia Politica alla Scuola
Superiore Sant’Anna e già Presidente dell’Istat Guido Rey; l’Ordinario di
Storia dell’educazione alla Lumsa di Roma, già Sottosegretario del Ministero
per l’Università e la Ricerca Scientifica e Tecnologica Giuseppe Tognon. Il
pomeriggio del 23 aprile sarà dedicato al confronto tra i referenti
regionali per l’orientamento, i dirigenti scolastici e i docenti delle
scuole superiori delle tre regioni individuate per la prima fase della
sperimentazione pilota: Lombardia, Sicilia, Toscana. Alcune tavole rotonde,
con la partecipazione di docenti, di allievi della Scuola Superiore
Sant’Anna e di esperti tutor del Ministero, serviranno a individuare (sulla
base delle esperienze dei docenti) gli strumenti più efficaci per favorire
la valorizzazione del talento nei giovani, in maniera indipendente rispetto
alle condizioni sociali ed economiche.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cisco diventa "venture capitalist" per finanziare le start up italiane

Next Article

Un'app per fare sesso a distanza collegata all'intimo hi-tech

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".