“Una notte al museo” – Torna l’iniziativa per le visite notturne ai musei di Napoli

Una notte al museo

NAPOLI – Torna l’apertura serale del Museo di Capodimonte, già sperimentata con successo negli anni scorsi, con il progetto “Una notte al museo” voluto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Mercoledì 24 luglio, alle ore 11.30, il soprintendente Fabrizio Vona incontrerà i giornalisti nell’Auditorium del Museo di Capodimonte per illustrare i contenuti del programma.

L’iniziativa prevede l’apertura straordinaria a pagamento del Museo di Capodimonte dalle ore 20.00 alle ore 24.00, arricchita da visite guidate di approfondimento da parte degli storici dell’arte e dei restauratori della Soprintendenza: un modo nuovo e insolito per percorrere le sale del Museo e approfondire aspetti delle collezioni meno noti ma ugualmente ricchi di interesse e suggestione. Si parte sabato 27 luglio p.v.

La visita si svolgerà nell’ultimo sabato di ogni mese fino al 28 dicembre 2013. Il calendario del ciclo di incontri sarà di volta in volta disponibile sul sito web e sulla pagina facebook del Museo di Capodimonte. Per la data del 27 luglio 2013 sono previsti due appuntamenti: alle ore 20.30 e alle ore 22.00 visita di approfondimento alla nuova sezione dell’  “Ottocento privato”, a cura di Maria Serena Mormone. L’appuntamento è in biglietteria mezz’ora prima dell’incontro.

Per ulteriori informazioni, si prega di contattare la segreteria del Museo (ore 9-14): 081.744154

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gli studenti non rinunciano alle vacanze: Londra, Malta, Australia e Cina

Next Article

Mobilità: 25 euro in più sugli abbonamenti per gli studenti

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".