Udine, appuntamento per studenti e neolaureati con il mondo dell’automazione

automazione

Un incontro fra studenti universitari, neolaureati e aziende per far conoscere le opportunità lavorative che il mondo dell’automazione offre ai giovani e le opportunità che la formazione universitaria in questo campo può offrire al mondo delle imprese. Lo organizza il Dipartimento di ingegneria elettrica, gestionale e meccanica (Diegm) dell’Università di Udine, in collaborazione con l’Associazione nazionale italiana per l’automazione (Anipla) che da anni promuove i contatti tra studenti e aziende operanti nel settore dell’automazione. L’incontro, aperto a tutti gli studenti e dedicato in particolare agli allievi dei corsi di ingegneria elettronica, gestionale e meccanica, si terrà martedì 14 maggio alle 14 nell’aula D del Diegm in via delle Scienze 206 a Udine.

L’incontro intende venire incontro all’esigenza sempre più sentita di comunicazione fra studenti, laureandi e imprese. “Nonostante il diffondersi di informazioni e il potenziarsi dei mezzi di comunicazione, può accadere, infatti – spiega Alessando Gasparetto, direttore del Diegm-, che alcuni studenti laureandi e ingegneri neolaureati, malgrado abbiano seguito un curriculum di studi orientato alle problematiche proprie dell’automazione, si trovino in difficoltà nell’effettuare la scelta lavorativa appropriata e non prendano in considerazione la possibilità di un inserimento in aziende operanti in questi campi”.

 

 

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il 5 per mille per ricerca e volontariato

Next Article

Udine, seconda votazione per la corsa al rettorato, il 23 maggio di nuovo alle urne

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".