Torna Riot Village, il campeggio studentesco più grande d'Italia

Dal 23 luglio al 6 agosto torna Riot Village, nel profondo Salento il più grande campeggio studentesco d’Italia.

Riot Village giunge, ormai, alla IX edizione, un vero e proprio meeting estivo durante il quale oltre 2000 studenti provenienti da tutta Italia si incontrano per dibattiti su politica, cultura e impegno sociale con ospiti di rilievo, partecipano agli eventi musicali e alle dance-hall, accolti nel campeggio “La Scogliera” di Santa Cesarea Terme (LE) ad un prezzo politico, solo 11 € al giorno.

Riot Village è un evento organizzato dalla Rete della Conoscenza, il network che riunisce gli studenti medi ed universitari di Unione degli Studenti e LINK – Coordinamento Universitario. E’ un’iniziativa messa in campo dagli studenti per gli studenti.

Questa edizione di Riot Village vedrà protagonisti molti ospiti del panorama politico e culturale del paese, tra cui Don Luigi Ciotti e Giuseppe De Marzo(Libera), Luciana Castellina, Nicola Fratoianni e Celeste Costantino (Sinistra Ecologia e Libertà), Francesca Puglisi (PD), Nunzia Catalfo e Silvia Chimienti (M5S), Elly Schlein (europarlamentare S&D, Possibile), Corinna Genschel (Die Linke), Andrea Ranieri, Franco Martini (segreteria CGIL), Domenico Pantaleo e Pasquale Cuomo (FLC – CGIL), Maurizio Landini e Michele de Palma(FIOM – CGIL), Francesca Chiavacci e Filippo Miraglia (Arci), Andrea Baranes (Sbilanciamoci) e Antonio Bonatesta (ADI).

Tanti i temi di dibattito del meeting estivo ci sono istruzione, lavoro, precarietà, Europa e democrazia. “Sono le questioni più calde per la nostra generazione e durante Riot Village Riot Village saranno messe al centro di iniziative culturali e politiche, per costruire proposte e programmare le iniziative autunnali dei sindacati e dei movimenti studenteschi”, commentano i ragazzi.

Quest’anno saranno presenti molte novità sul piano della promozione sociale e culturale, a partire dal progetto “Letture in Movimento” con la campagna #MaceroNo per dedicare spazio alla cultura critica. Inoltre, Riot Village ospiterà il 2 agosto l’assemblea studentesca internazionale “Episteme – Connect Knowledge / Change Europe” con studenti medi e universitari provenienti da Inghilterra, Francia, Grecia, Olanda e Austria, per un rilancio della mobilitazione studentesca su scala continentale con parole d’ordine comuni.

Per quanto riguarda la musica e il divertimento Riot Village ospiterà quest’anno oltre 14 giorni di Riot Summer Party, djSet per tutti i generi e tutti i gusti, rigorosamente free entry.

“Riot Village è un momento indimenticabile nella mente di chi vi ha partecipato – dichiarano gli organizzatori al Corriere dell’Università – un’esperienza unica in cui si conoscono propri coetanei provenienti da ogni angolo d’Italia, in cui si sperimenta uno stare assieme ed una socialità differente, genuina e sostenibile, in cui si condividono passioni e divertimento. Abbiamo da sempre accostato a Riot Village le parole “desideri in movimento” perché a Riot Village puoi liberarti dallo stress della vita ordinaria per vivere giornate straordinarie”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

HIV, paziente guarisce senza farmaci. "E' il primo caso al mondo"

Next Article

Al via l'Alleanza europea per l'apprendistato: 140 mila tirocini per i giovani europei

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".