Torna Riot Village, il campeggio studentesco più grande d'Italia

Dal 23 luglio al 6 agosto torna Riot Village, nel profondo Salento il più grande campeggio studentesco d’Italia.

Riot Village giunge, ormai, alla IX edizione, un vero e proprio meeting estivo durante il quale oltre 2000 studenti provenienti da tutta Italia si incontrano per dibattiti su politica, cultura e impegno sociale con ospiti di rilievo, partecipano agli eventi musicali e alle dance-hall, accolti nel campeggio “La Scogliera” di Santa Cesarea Terme (LE) ad un prezzo politico, solo 11 € al giorno.

Riot Village è un evento organizzato dalla Rete della Conoscenza, il network che riunisce gli studenti medi ed universitari di Unione degli Studenti e LINK – Coordinamento Universitario. E’ un’iniziativa messa in campo dagli studenti per gli studenti.

Questa edizione di Riot Village vedrà protagonisti molti ospiti del panorama politico e culturale del paese, tra cui Don Luigi Ciotti e Giuseppe De Marzo(Libera), Luciana Castellina, Nicola Fratoianni e Celeste Costantino (Sinistra Ecologia e Libertà), Francesca Puglisi (PD), Nunzia Catalfo e Silvia Chimienti (M5S), Elly Schlein (europarlamentare S&D, Possibile), Corinna Genschel (Die Linke), Andrea Ranieri, Franco Martini (segreteria CGIL), Domenico Pantaleo e Pasquale Cuomo (FLC – CGIL), Maurizio Landini e Michele de Palma(FIOM – CGIL), Francesca Chiavacci e Filippo Miraglia (Arci), Andrea Baranes (Sbilanciamoci) e Antonio Bonatesta (ADI).

Tanti i temi di dibattito del meeting estivo ci sono istruzione, lavoro, precarietà, Europa e democrazia. “Sono le questioni più calde per la nostra generazione e durante Riot Village Riot Village saranno messe al centro di iniziative culturali e politiche, per costruire proposte e programmare le iniziative autunnali dei sindacati e dei movimenti studenteschi”, commentano i ragazzi.

Quest’anno saranno presenti molte novità sul piano della promozione sociale e culturale, a partire dal progetto “Letture in Movimento” con la campagna #MaceroNo per dedicare spazio alla cultura critica. Inoltre, Riot Village ospiterà il 2 agosto l’assemblea studentesca internazionale “Episteme – Connect Knowledge / Change Europe” con studenti medi e universitari provenienti da Inghilterra, Francia, Grecia, Olanda e Austria, per un rilancio della mobilitazione studentesca su scala continentale con parole d’ordine comuni.

Per quanto riguarda la musica e il divertimento Riot Village ospiterà quest’anno oltre 14 giorni di Riot Summer Party, djSet per tutti i generi e tutti i gusti, rigorosamente free entry.

“Riot Village è un momento indimenticabile nella mente di chi vi ha partecipato – dichiarano gli organizzatori al Corriere dell’Università – un’esperienza unica in cui si conoscono propri coetanei provenienti da ogni angolo d’Italia, in cui si sperimenta uno stare assieme ed una socialità differente, genuina e sostenibile, in cui si condividono passioni e divertimento. Abbiamo da sempre accostato a Riot Village le parole “desideri in movimento” perché a Riot Village puoi liberarti dallo stress della vita ordinaria per vivere giornate straordinarie”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

HIV, paziente guarisce senza farmaci. "E' il primo caso al mondo"

Next Article

Al via l'Alleanza europea per l'apprendistato: 140 mila tirocini per i giovani europei

Related Posts
Leggi di più

Francia, suicida la star dei social MavaChou: travolta dagli insulti dei fan dopo la separazione dal marito

Maëva Frossard, 32 anni, si è tolta la vita lo scorso 22 dicembre. La procura di Epinal vuole capire se il suo gesto può essere stato una diretta conseguenza degli insulti ricevuti sui social network dove lei aveva costrutito un piccolo impero grazie ai video sulla vita di coppia e consigli per l'acquisto con l'ex marito. La situazione poi è precipitata dopo la loro separazione.