Nascerà a Roma, all’interno del parco acquatico Zoomarine, il primo museo italiano dedicato ai selfie: 400 metri quadri di spazio dove ambientare con diverse scenografie il proprio autoscatto. A livello mondale non si tratta di una novità: strutture del genere sono già nate, riscuotendo però un tiepido successo, a Dubai, Los Angeles, Miami e Budapest.

Sorrisi quindi in cerca di scatti d’autore attraverso quella che è un’arte più antica di quel che si può pensare. Secondo molti, infatti, il primo selfie della storia fu l’autoritratto del pittore francese Jean Fouquet del 1455, così come il primo selfie di gruppo risale al 1920 a New York: 5 uomini si scattarono una foto sulla terrazza di un edificio della città.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Caccia a 100mila insegnanti: al Nord 6 posti vacanti su 10 e così si guarda ai precari

Next Article
La terza edizione online di The Job After si rivolge a persone alla ricerca di nuove possibilità imprenditoriali e di crescita professionale.

The Job After, al via la terza edizione online

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, pietre d’inciampo contro le mafie

Giuseppe Impastato, Rita Atria, Giancarlo Siani, Lia Pipitone, Rosario Angelo Livatino, Lea Garofalo, Peppino Diana, Renata Fonte, Bruno Caccia, Gelsomina Verde, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, sono i nomi scelti direttamente dagli studenti con un sondaggio sui social