Prof si fa calpestare dai suoi alunni: "Imparate a ribellarvi al potere"

Un professore steso sulla porta d’ingresso dell’aula e i suoi studenti che, per uscire, lo calpestano senza fare troppi complimenti. l’ennesimo atto di bullismo nei confronti di un docente? Niente affatto: si tratta di una innovativa (e quanto mai stravagante) tecnica di insegnamento.
Succede in Cina, all’università di Tecnologia di Wuhan, in Hubei, dove il professor Zhang Nengli, personaggio già noto nell’ambiente didattico per i suoi curiosi metodi di insegnamento, ha chiesto ai suoi ragazzi di calpestarlo in modo da vincere la loro timidezza e cominciare a protestare contro le diverse forme di potere cui sono sottoposti.
“Il problema dei ragazzi cinesi è la loro timidezza – avrebbe affermato il professor Nengli – per questo sono così diversi dai giovani europei e americani che si accorgono degli abusi di potere e sono pronti a reagire lanciando scarpe o uova”.
“Abbiate il coraggio di camminare su di me”, avrebbe concluso l’eccentrico professore che poi, sdraiato sulla soglia dell’aula ha chiesto a tutti i partecipanti la lezione di cominciare il loro iter di ribellione al potere calpestando la sua schiena.
Quanto potranno diventare coraggiosi questi ragazzi cinesi grazie all’esempio del loro prof? “Abbastanza da avere un giorno il coraggio di tirare uova a Barack Obama” avrebbe risposto Nengli.
prof calpestato
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Renzi bocciato": il contro-video degli studenti lancia #laverascuola

Next Article

La rassegna stampa di venerdì 15 maggio

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.