Presidenza Consiglio dei Ministri: 650 borse di studio per studenti

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto delle borse di studio destinate alle vittime di terrorismo e criminalità.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto due bandi per l’assegnazione di borse di studio destinate alle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, nonché dei loro superstiti.

Possono fare domanda studenti delle scuole primarie e secondarie o studenti universitari. Per partecipare alla selezione c’è tempo fino al giorno 11 Aprile 2021. Ecco i bandi e tutti i dettagli.

BORSE DI STUDIO PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha infatti indetto due bandi di concorso in favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, nonché dei loro superstiti, finalizzati all’assegnazione di borse di studio.

Le borse di studio sono rivolte a studenti iscritti all’università o alla scuola primaria o secondaria.

Nello specifico, sono messe a disposizioni per gli studenti universitari:

  • 150 borse di studio dall’importo di € 2.100 per gli studenti iscritti ai corsi di laurea universitari;
  • 50 borse di studio dall’importo di € 2.100 per gli studenti iscritti alle scuole di specializzazione post laurea.

Sono altresì messe a concorso per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado e scuola secondaria di secondo grado:

  •  150 borse di studio dell’importo di € 305, destinate agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo
  • 300 borse di studio dell’importo di € 615  destinate agli studenti della scuola secondaria di secondo grado.

Si precisa che una percentuale è riservata agli studenti con disabilità.

REQUISITI

Per accedere alle selezioni per l’assegnazione delle borse di studio messe a disposizione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri sono richiesti i seguenti requisiti:

STUDENTI UNIVERSITARI

iscrizione nell’anno accademico 2019/2020;

superamento, nell’anno accademico 2019/2020, al momento della scadenza del bando di concorso, almeno di due esami i cui crediti formativi complessivi non siano inferiori a 20, ovvero studenti che conseguano la laurea o il diploma accademico entro l’anno accademico successivo a quello dell’ultimo esame sostenuto;

studenti che non siano già in possesso di una laurea specialistica/magistrale o diploma accademico di secondo livello, fatta eccezione per gli iscritti a corsi per il prosieguo degli studi
di livello superiore; studenti che non abbiano compiuto 40 anni al momento della domanda.

STUDENTI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

  • studenti che abbiano conseguito la promozione alla classe superiore o l’ammissione alla prima classe della scuola secondaria di primo grado o diploma di scuola secondaria di primo grado o diploma di scuola secondaria di secondo grado o titolo equiparato, nell’anno scolastico di riferimento;
  • studenti che non abbiano compiuto 40 anni al momento della domanda.

SELEZIONE

I candidati vittime del terrorismo e della criminalità organizzata e loro superstiti ammessi a presentare domanda per le borse di studio saranno selezionati in base ai seguenti criteri:

  • per la gravità del danno;
  • per il reddito;
  • per il merito scolastico o universitario;
  • in caso di parità risulterà vincitore lo studente di età inferiore.

Maggiori dettagli sono riportati nei bandi allegati a fine articolo.

DOMANDE DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione alla selezione per le borse di studio assegnate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, redatte secondo i modelli sotto allegati, devono essere presentate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per il coordinamento amministrativo – Ufficio accettazione/Palazzo Chigi – Via dell’Impresa n. 89, 00186 Roma, con una delle seguenti modalità:

  • a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • tramite PEC.

Il termine ultimo per inviare la domanda è fissato al giorno 11 Aprile 2021.

BANDI

Tutti gli interessati sono invitati a leggere i bandi, pubblicati per estratto sulla GU n. 20 del 12-03-2021:

Leggi anche:

Centro Europeo Lingue Moderne: tirocini retribuiti per laureati in Austria

IRENA: tirocini retribuiti per studenti e neolaureati ad Abu Dabi, Bonn e New York

https://corriereuniv.it/2021/03/euipo-tirocini-per-laureati-in-spagna/

Comitato delle Regioni: tirocini retribuiti a Bruxelles

https://corriereuniv.it/2021/03/ministero-affari-esteri-concorso-per-400-diplomati-2/
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

I Maneskin hanno cambiato "Zitti e buoni" per partecipare all'Eurovision

Next Article

Università a impatto zero: la sfida entro il 2050

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.