Orientamento di studio e professione, la chimica è una buona scelta

Oltre 5.000 studenti all’incontro organizzato dal Piano Lauree Scientifiche e Federchimica: opportunità di studio e lavoro nella chimica
lauree scientifiche chimica
Orientamento di studio e professione, la chimica è una buona scelta. Lauree scientifiche chimica

Oltre 5.000 studenti all’incontro organizzato dal Piano Lauree Scientifiche e Federchimica per scoprire le opportunità di studio e lavoro nella chimica

Un incontro di orientamento per far conoscere le opportunità di studio e impiego in modalità online: per partecipare a “Chimica, una buona scelta” oggi si sono collegati su YouTube oltre 5.000 studenti, provenienti da 190 Scuole Superiori di tutta Italia.

L’evento

La manifestazione è organizzata dal Progetto Nazionale di Chimica del Piano Lauree Scientifiche del Ministero dell’Università e della Ricerca insieme a Federchimica (Federazione nazionale dell’industria chimica). Fa parte di una collaborazione tra Scuola, Università e Industria chimica nata oltre 15 anni fa: progetti dedicati agli studenti di Scuola Secondaria di Secondo Grado che affrontano la scelta del loro futuro percorso universitario, con l’obiettivo di far comprendere l’importanza della Chimica nel nostro quotidiano e raccontare quanto la sua Industria, anche grazie al suo alto tasso di innovazione, possa offrire percorsi professionali interessanti, da più punti di vista.

“L’immagine del vecchio scienziato col camice bianco e le provette in mano è decisamente lontana dalla realtà – ha ricordato Ugo Cosentino, Coordinatore del Progetto Nazionale di Chimica del Piano Lauree Scientifiche, progetto che coinvolge tutte le 32 sedi universitarie del territorio nazionale dove si realizzano Corsi di Studio in Chimica – La chimica è sempre più innovativa e sostenibile e apre le porte anche a molti altre professioni fuori dal laboratorio.
“Far conoscere le opportunità e le soddisfazioni che questo percorso di studi può offrire ha consentito negli ultimi 10 anni di quasi raddoppiare il numero di laureati magistrali, passati da 1486 nel 2010 a 2790 nel 2019 (aumento del 87%). Questi però sono numeri ancora bassi rispetto a quelli degli altri Paesi europei: ecco perché le iniziative di orientamento continuano a svolgere un ruolo fondamentale” ha concluso Cosentino.

La Testimonianza

L’incontro ha anche ospitato le testimonianze di studenti universitari e di chimici entrati nel mondo del lavoro subito dopo la laurea che, attraverso storie ed esperienze, hanno dato agli studenti consigli utili per aiutarli nella delicata fase dell’orientamento.

“La Chimica è un’ottima scelta per chi deve scegliere un percorso di studio dopo il diploma. Un sistema industriale così strettamente connesso alla scienza e alla ricerca è in grado di offrire posti di lavoro qualificati” – ha dichiarato Aram Manoukian, Componente del Consiglio di Presidenza di Federchimica con delega all’Education. “Questo resta vero nonostante la crisi: a 3 anni dalla laurea lavora il 91% dei chimici e il 93% degli ingegneri chimici e il 90% dei diplomati ITS”.


“Sulla Chimica purtroppo pesano ancora tanti pregiudizi – ha proseguito – ma i nostri bilanci di sostenibilità dimostrano invece che il settore è tra i più virtuosi: mettiamo al primo posto la sicurezza e la salute dei lavoratori e siamo stati tra i primi a investire per produrre utilizzando meno energia, creando meno rifiuti, aiutando altri comparti industriali a essere più sostenibili”.
“Anche per questo abbiamo bisogno di nuovi chimici ben preparati, che possano portare il loro contributo all’innovazione e alla crescita delle nostre imprese” ha concluso Manoukian.

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Maturità 2021, il Curriculum dello Studente: istruzioni per l'uso

Next Article

Patrick Zaki: arriva in Senato la mozione per la cittadinanza italiana

Related Posts
Leggi di più

Concorso scuola, docenti chiedono di riaprire le domande

Iscrizioni sono state chiuse il 31 luglio 2020. Altri candidati hanno acquisito il requisito di partecipazione, altri chiedono di modificare la regione dato che la scelta era stata avanzata sulla base di una eventuale prova preselettiva adesso eliminata
Leggi di più

Scuola, l’organico Covid prorogato fino a giugno

Soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori e i dirigenti scolastici. Il personale inserito tra settembre e inizio ottobre nelle classi per dare un aiuto concreto ai docenti curriculari, potrà continuare a lavorare fino alla fine dell’anno