“Noam Chomsky nuovo giudice di X Factor”: l’ennesima bufala del Web

Noam Chomsky nuovo giudice di X Factor

 

Molti studenti l’avranno conosciuto per le sue teorie sul linguaggio durante gli esami di linguistica. Ora, però, Avram Noam Chomsky sembra voler superare se stesso. Il linguista, filosofo, teorico della comunicazione statunitense, professore emerito al MIT e fondatore della grammatica generativo-trasformazionale è il nuovo giudice di X Factor America.

Peccato, però, che la notizia sia solo una grande bufala in giro per il web. Il sito ufficiale della trasmissione di successo americana non ha mai parlato di un “giudice” Chomsky, né è mai esistita una “fantomatica” prima puntata in cui il pubblico urlava festante “Ti amiamo Noam”, come riportato da diverse testate, anche italiane.

Non si ha notizia, poi, della frase con cui lo stesso linguista avrebbe approvato l’esibizione di una giovane artista:  “Il vostro atto è parte di una propaganda culturale, ideologia di una confortante illusione” prima di pronunciare il fatidico sì.

E le critiche? Anche di quelle non c’è traccia fondata. Il “collega giudice” Walsh, nel delirio del web, avrebbe detto: “Ho il massimo rispetto per Chomsky, ma il suo più grande lavoro è stato fatto più di 40 anni fa. A questo proposito egli non è molto meglio di Geri Halliwell”.

L’ennesima bufala della rete, fatta per raccattare “mi piace” e tweet. Con la speranza che il linguista non se ne accorga!

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Volare in Cina per studiare telecomunicazioni: torna Talent Lab

Next Article

Mestieri artigianali: 20 tirocini retribuiti per diventare panettieri e salumieri

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".