Napoli, ecco come partecipare al coro più grande del mondo

L’obiettivo è da guinness dei primati: portare nella bellissima Piazza del Plebiscito di Napoli 10mila coristi da tutta Italia e da tutta Europa per intonare le più belle arie e le canzoni della migliore tradizione musicale italiana. L’appuntamento? Il 9 aprile prossimo, quando centinaia di cori si ritroveranno uniti in una sola voce ma ciascuno protagonista di questo singolare concerto. Studenti che coltivano la passione per la musica tra i banchi o fuori dalle aule, appassionati e professionisti: a ‘Lapiazzaincantata’ c’è posto per tutti.
Il progetto è promosso nell’ambito delle attività didattiche volute dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per incentivare e valorizzare la pratica musicale nel sistema scolastico italiano. L’iniziativa è sostenuta dal Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica del Miur, presieduto da Luigi Berlinguer, dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo -, dalla Regione Campania – in particolare dall’Assessorato all’Istruzione, Politiche Sociali e Sport -, dalla Rai, dalla Feniarco (Federazione Nazionale delle Associazioni Corali Regionali) e dal Conservatorio di San Pietro a Majella.
Ad oggi sono oltre 6.500 i coristi che hanno già aderito. C’è tempo fino al 29 febbraio per decidere di partecipare al massive flash mob di Napoli. Il Miur ha inviato alle scuole una circolare sui contributi attivati dalla regione Campania per le spese di viaggio dei cori scolastici che vogliono aderire.
Lapiazzaincantata è un’iniziativa aperta agli studenti di ogni ordine e grado. Per partecipare è necessario iscriversi attraverso il sito www.lapiazzaincantata.it dove si possono scaricare gli spartiti messi a disposizione per prepararsi all’evento e seguire le video lezioni dedicate. Per gli alunni sarà una giornata di scuola fuori dalla scuola.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, Università e Ricerca: la rassegna stampa di martedì 26 gennaio

Next Article

La Ferrari del futuro? La disegnano gli studenti

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".