Laurea ad honorem per Massimo Cacciari: sabato cerimonia all’Università di Bologna

massimo_cacciari1

Sabato 24 maggio alle ore 11 Massimo Cacciari riceverà la laurea ad honorem in Filologia, Letteratura e tradizione classica. A consegnarla sarà il Rettore Ivano Dionigi dopo che il Direttore del Dipartimento di Filologia classica e Italianistica Gian Mario Giusto Anselmi avrà illustrato le motivazioni del riconoscimento.
Nato a Venezia nel 1944, Massimo Cacciari è un filosofo, politico e accademico italiano, ex sindaco di Venezia. Si è laureato a Padova in Filosofia, con una tesi sulla “Critica del Giudizio” di Kant, dopo aver lavorato in quell’Università soprattutto con il Professor Carlo Diano in Letteratura e Filosofia greca e con il Professor Sergio Bettini in Estetica e Storia dell’Arte.

Nel 1980 è diventato professore associato di Estetica presso l’Istituto di Architettura di Venezia, dove nel 1985 è stato nominato professore ordinario. Nel 2002 ha fondato la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele a Cesano Maderno, di cui è stato Preside fino al 2005.

È tra i fondatori di alcune riviste di filosofia, che hanno segnato il dibattito dagli anni sessanta agli anni ottanta, tra cui Angelus Novus, Contropiano, il Centauro. Ha pubblicato numerose opere e saggi, tra i quali meritano una particolare attenzione: Krisis (del 1976); Pensiero negativo e razionalizzazione; (1977), Dallo Steinhof (1980), Icone della legge (1985), L’angelo necessario (1986),Dell’inizio (1990), Della cosa ultima (2004), vincitore del Premio Cimitile. Hamletica (Adelphi, Milano, 2009) è il suo lavoro più recente.

Tra i numerosi riconoscimenti sono da ricordare la laurea ad honorem conferita dall’Università degli Studi di Genova nel 2003 e la laurea honoris causa conferita dall’Università di Bucarest nel 2007. Dal 2012 è professore emerito e l’Alma Mater lo ha chiamato, quest’anno, a tenere un corso di Filologia e Filosofia dell’umanesimo per i propri gli studenti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Luigi Frati al direttore dell'ANVUR: "Stefano, per pietà, fermiamoci, altrimenti la valutazione verrà travolta!"

Next Article

Renzi: "Una settimana decisiva per la scuola"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".