Insulti razzisti in campo. Boateng si ribella.

Non ne può più Kevin Prince Boateng. I cori razzisti di oggi durante l’amichevole lo hanno esasperato al punto da scagliare il pallone contro la tribuna: “E’ un vergogna”.

Non ne può più Kevin Prince Boateng. Gli insulti razzisti di oggi durante l’amichevole lo hanno esasperato al punto da scagliare il pallone contro la tribuna: “E’ un vergogna”.

Allegri ha voluto dare un segnale forte portando fuori dal campo i suoi ragazzi. “Non si può tollerare un situazione di questo tipo – ha dichiarato il mister – era solo una partita amichevole”.

Sul proprio sito internet, il Milan scrive: ”I ‘buu’ razzisti piccoli piccoli di oggi non potevano rimanere impuniti. A condannarli la vergogna che si deve saper provare quando, a causa di pochi, si sottrae a molti un sereno pomeriggio di sport“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Più bravi all'università grazie ai social network

Next Article

Lavoro: Italia a picco nel 2013, continua la recessione

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".