Inaugura la Casa dei libri senza prezzo „Inaugura la "Casa dei Libri senza prezzo"

A Torpignattara – Roma –  domani, 7 maggio, l’inaugurazione di una libreria a offerta libera, dove è possibile prendere fino a tre libri e lasciare una donazione

Come nasce l’idea della Casa dei Libri senza Prezzo?
Book-Cycle ha già da alcuni anni una libreria a offerta libera, ospite presso Il Grande Cocomero a San Lorenzo. Il posto è bellissimo, purtroppo però manca una vetrina su strada e ha in generale poca visibilità. A volte non ci trovavano nemmeno persone che avevano il nostro indirizzo in mano. Avere uno spazio aperto al pubblico è da sempre il sogno di Book-Cycle, ma con le nostre risorse il sogno sembrava più che altro una chimera. Poi un giorno ci ha contattate un’altra associazione, Limone nel Verde onlus, che ci ha proposto una collaborazione e ci sta aiutando a trasformare il sogno in realtà.
Qual è la destinazione dei libri che vi vengono donati?
Book-Cycle riceve libri su donazione, soprattutto da privati. Accettiamo solo quelli che hanno determinati criteri perché lo spazio per accoglierli non è infinito. Parte dei libri viene messa a disposizione nella libreria a offerta libera attraverso il sistema “Tu decidi il prezzo”. In questo modo chiunque può avere accesso alla cultura, indipendentemente dalle proprie disponibilità economiche. Basta scegliere un massimo di tre libri e lasciare una donazione. Non si tratta di un prestito: se scegli un libro diventa tuo.
Un’altra parte dei libri viene spedita gratuitamente a centri o realtà che ne fanno richiesta, in Italia e all’estero. In questi anni abbiamo spedito migliaia di chili di libri a centri di accoglienza, case famiglia, scuole, ospedali… In questo momento stiamo preparando una spedizione di libri in inglese e francese per un centro di accoglienza in Grecia. Ma anche una di romanzi e libri per bambini per un centro di accoglienza per donne qui a Roma.
Infine, una minima parte dei libri viene semplicemente regalata. Si tratta di libri che già abbiamo in più copie oppure rovinati e giunti ormai quasi alla fine del loro viaggio. Quasi! Diamo un’ultima chance anche a loro.
 
la Casa dei Libri Senza PrezzoCom’è nato Book-Cycle?
Book-Cycle nasce a Roma nel 2011 dall’idea di una rete esistente in Inghilterra.
Il suo scopo è quello di promuovere un libero accesso alla cultura in qualsiasi luogo o situazione. Per farlo usa un mezzo che ultimamente sembra un po’ antiquato, ma ancora funziona: il libro. Accogliamo vecchi libri e li destiniamo ad una nuova vita affinché possano essere ancora letti e amati da altre persone.
Dalla sua nascita, Book-Cycle è cresciuta molto e più diventa grande più ha bisogno di risorse umane e spazio. Il numero dei volontari varia a seconda del periodo e delle disponibilità di ognuno, anche in virtù del fatto che non si richiedono quote associative o presenza fissa. In questo periodo siamo 10-12 persone.
Chi vuole unirsi a voi volontari, come può fare?
Abbiamo sempre bisogno di volontari, soprattutto in questo importante momento di crescita dell’associazione. Ci sono molte cose che un volontario può fare: i compiti vengono suddivisi tra noi anche a seconda delle capacità di ognuno. C’è da controllare e suddividere i libri in arrivo, tenere in ordine il magazzino, preparare spedizioni, fare le pulizie, portare i libri dal magazzino alla libreria, cercare nuove spedizioni da fare… Diciamo che il lavoro non manca mai!
[email protected]
www.facebook.com/bookcycleroma

https://www.retisolidali.it/apre-a-roma-la-casa-dei-libri-senza-prezzo/

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Senza posto letto uno studente su tre

Next Article

A GIUGNO LA TERZA EDIZIONE DI LA SCALA YOUTH PROGRAMME

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".