Imparare l’inglese giocando

Schermata 2013-03-20 a 17.19.08

Imparare l’inglese giocando? Ora si può, grazie al progetto dell’università di Cambridge dedicato alla “gamification”, ossia la teoria secondo la quale è possibile inserire elementi ludici in qualsiasi attività, compreso l’apprendimento.

Dal lavoro del Cambridge English Language Assessment sono stati tre videogiochi didattici per preparare i bambini agli esami in inglese, suddivisi in tre fasce di competenze dal livello base (A1) a quello avanzato (C1) secondo quando stabilito dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER).

Realizzati in Flash, i tre videogiochi si chiamano Monkey Puzzles, Academy Island  e Funland e sono disponibili sul sito di Cambridge English.

“Apprendere l’inglese deve essere un’esperienza divertente e motivante per i bambini e i ragazzi – spiega a La Stampa Sarah Ellis, Teacher Support Manager di CELA in Italia – I nuovi giochi che proponiamo sono uno strumento divertente e stimolante che incuriosisce anche i più piccoli”.

Un modo intelligente di sfruttare internet e i social network per accompagnare i ragazzi nello studio della lingua inglese, divertendosi e imparando.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A Milano arrivano i colloqui prof-genitori via Skype

Next Article

Giuseppe Fava, Miur in campo per il giornalista vittima di mafia

Related Posts
Leggi di più

Concorso scuola, docenti chiedono di riaprire le domande

Iscrizioni sono state chiuse il 31 luglio 2020. Altri candidati hanno acquisito il requisito di partecipazione, altri chiedono di modificare la regione dato che la scelta era stata avanzata sulla base di una eventuale prova preselettiva adesso eliminata
Leggi di più

Scuola, l’organico Covid prorogato fino a giugno

Soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori e i dirigenti scolastici. Il personale inserito tra settembre e inizio ottobre nelle classi per dare un aiuto concreto ai docenti curriculari, potrà continuare a lavorare fino alla fine dell’anno