Il 27 settembre torna la Notte dei ricercatori: ecco il programma completo

La notte dei ricercatori

Mostre, seminari, proiezioni, passeggiate culturali e zoologiche, laboratori aperti, lectio magistralis e concerto: un’intera giornata di eventi per fare incontrare Insubria e Varesini

                                

Torna la notte dei ricercatori – Una giornata speciale per Varese e per l’Università dell’Insubria: seminari aperti, mostre e istallazioni, una passeggiata botanico-culturale nel centro città, un appuntamento notturno con i pipistrelli al Campo dei fiori, la lectio magistralis di Mario Botta, il Concerto dell’Insubriae Chorus e tante altre iniziative: per la prima volta l’Università dell’Insubria, sede di Varese, partecipa a “Meet Me Tonight – La Notte dei Ricercatori” un’iniziativa europea che si svolge in trecento città contemporaneamente con l’obiettivo di far conoscere la ricerca e la figura del ricercatore al grande pubblico in maniera non convenzionale.

 L’evento è il programma venerdì 27 settembre dalla mattina fino a sera tarda, con diverse location cittadine a seconda degli appuntamenti. Le iniziative sono tutte ad accesso gratuito, ma per alcune è necessaria la registrazione: in particolare gli eventi in programma al mattino nell’Area di Bizzozero, rivolti alle scuole, i seminari dei docenti di Scienze della Comunicazione e le visite guidate notturne al Campo dei Fiori e all’Osservatorio Astronomico vanno prenotati compilando il fac-simile che va scaricato dal sito dell’Università dell’Insubria www.uninsubria.it e mandato via posta elettronica a: [email protected]. Tutti gli altri eventi sono liberi fino ad esaurimento posti.

 Per la prima parte delle iniziative “La Città in Università”, in programma al mattino, dalle ore 9 alle 13, è previsto un coinvolgimento di tutte le sedi dell’Area di Bizzozero: nella sede di via Monte Generoso: informatica magica; osservazioni a microscopio elettronico a scansione e a forza atomica nel laboratorio di morfologia umana; nel Padiglione Bassani il laboratorio di genetica sarà a disposizione di tutti i partecipanti per mostrare come avviene l’estrazione del DNA, (il DNA estratto e fatto precipitare sarà quello dei singoli studenti, prelevato con un tampone dalla bocca, e sarà lasciato ai ragazzi da portare a casa); nella sede di via Dunant sono tante le attività in programma, uso di microscopi e allestimento dei preparati, laboratori di Elettrofisiologia, di Elettroforesi, di Microbiologia. Sono in programma inoltre seminari di docenti del corso di laurea in Scienze della Comunicazione.

 In via Ravasi, intanto si svolgerà “Noi e il Magnifico Rettore”: un’intervista al Rettore da parte di studenti delle Scuole Medie Inferiori e Superiori (Sala Consiglio, via Ravasi ore 11.30). Sempre via Ravasi ospiterà  una Esposizione di disegni di bambini e ragazzi (6-13 anni) dal tema “Gli scienziati agli occhi dei bambini”.

not1Il programma pomeridiano dalle 14 alla mezzanotte, “L’Università in Città”, prevede negli spazi messi a disposizione dal Comune, Piazza Monte Grappa e via Volta, iniziative sportive, musicali, storiche, culturali, scientifiche rivolte alla cittadinanza. Il Cus (Centro Sportivo Universitario) presenterà le sue iniziative in uno stand. Saranno proposti a bambini e ragazzi gimkana sui rollerblade e palestra arrampicata (in collaborazione con il CAI); infine è in programma uno spettacolo dei “Truzzi Volanti” della Flyer Gym.

I ricercatori di informatica mostreranno su postazioni allestite in Piazza Monte Grappa lavori computer graphics e dimostrazioni App per mobile in diversi punti del centro cittadino. Iniziative sul tema “Parole di Scienza” sono in programma alla Libreria Feltrinelli; al Caffè Socrate e al Cinema Nuovo con proiezione di corti, e di film seminari a carattere divulgativo di Scienze, Economia, Medicina e Informatica.

Sotto i portici di via Volta sarà allestita l’iniziativa dal titolo: «Festina “lente”: a spasso nella natura particolare»  mostra di immagini al Microscopio Elettronico a Scansione e poster illustrativi delle attività svolte dai diversi gruppi di ricerca in Ateneo.

Una passeggiata storico artistico filosofica letteraria botanica si svolgerà in centro Varese con partenza da via Ravasi-Piazza della Repubblica (visita del Palazzo Estense e ai suoi giardini, Teatrino di via Sacco, Corso Matteotti, Sala Montanari, Monumento della Resistenza)

 Gli eventi clou sono in programma nella nottata: l’aula Magna via Ravasi alle 21, sarà teatro della Lectio Magistralis dell’architetto Mario Botta sul tema “Architettura del sacro” in collaborazione con il progetto dei Giovani Pensatori; a seguire alle ore 21.30 nella Chiesa di S. Michele Arcangelo (via Buzzi, Bosto) è in programma il concerto del Coro dell’Università dell’Insubria insieme al Coro Bocconi, Medit-Lab Orchestra e Solisti del Conservatorio Verdi di Milano, che intoneranno la Misa Criolla e un repertorio latino-americano .

 Gran finale al Campo dei Fiori: alle 23.00 visita guidata all’Osservatorio Schiapparelli e “Bat Night” alla ricerca dei pipistrelli nel Parco del Campo dei Fiori.

 «Abbiamo sottotitolato il nostro evento “La Città incontra l’Università – L’Università incontra la Città” – spiega il rettore, professor Alberto Coen Porisini – perché il nostro obiettivo è da una parte far entrare fisicamente la cittadinanza nei nostri spazi, a conoscere i nostri laboratori, il nostro personale, il nostro lavoro, dall’altra parte è far uscire ricercatori e attività dalle nostre sedi e diffonderle tra la gente, per creare un forte momento di condivisione».

«Proprio per valorizzare questa finalità la giornata è organizzata in due momenti concettualmente distinti: al mattino l’Università si apre e accoglie la città ed in particolare gli studenti delle scuole elementari, medie inferiori e superiori; il pomeriggio, l’Università si porta in città organizzando una serie di eventi – culturali, scientifici, sportivi – nelle strade e nelle sedi del centro cittadino e del Campo dei Fiori» – spiega Carlo Dossi, presidente del CdC di Scienze dell’Ambiente e della Natura e organizzatore della manifestazione per la sede di Varese.Notte-dei-Ricercatori-300x222

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Si salvano i docenti inidonei

Next Article

India, condanna a morte per i 4 accusati di aver stuprato e ucciso una studentessa

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".