Gianni Mura ospite dell’Università Roma Tre

gianni mura

Gianni Mura è il più grande giornalista sportivo italiano vivente. Difficile dimostrare che non sia così. Un percorso lavorativo straordinario, costellato di vere “perle”, tali da rendere un suo articolo un pezzo di autentica letteratura sportiva. Gianni Mura, la punta di diamante di una razza in estinzione: professionista ineccepibile, penna sopraffina, grande apertura al nuovo ma nel contempo rispetto della tradizione, persona disponibile come tutti i veri “grandi”.

Una rarità assoluta, nel panorama contemporaneo. Una storia da raccontare, la sua, una carriera da ricostruire fin dai primi passi. Una vera e propria lectio per tutti i giovani che ambiscono a diventare giornalisti. Attraverso il suo libro “Non gioco più, me ne vado”, sottile e acuminato anatema contro lo sport degli speculatori e dello spettacolo a tutti i costi, viene tratteggiato lo sport com’era e come è diventato oggi. Ma l’ospite di Roma Tre non è soltanto sinonimo di sport, è anche un grande esperto enogastronomico: i suoi giudizi sono temuti e ricercati. Anche per quanto riguarda il mangiare e il buon bere Gianni Mura è un numero 1. E anche questo sarà argomento dibattuto. A tal proposito, è prevista la presenza delle principali istituzioni legate al mondo culinario romano.

Mercoledì 29 maggio 2013 alle ore 10 presso l’Aula 23 della Facoltà di Lettere e Filosofia, via Ostiense 234.

Moderatore: Mattia Chiusano, giornalista “La Repubblica”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Napoli, anche il Nobel per la medicina al Premio Capo d'Orlando 2013

Next Article

E' morto Don Gallo, prete degli ultimi

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".