Napoli, anche il Nobel per la medicina al Premio Capo d’Orlando 2013

Marco Salvatore

Anche il premio Nobel per la Medicina, Louis Josè Ignarro, ha partecipato alla manifestazione napoletana per celebrare i vincitori del Premio Capo d’Orlando 2013. La cerimonia di premiazione si è svolta nello storico Castello Giusso di Vico Equense Venerdì 17 Maggio alle ore 18.

Giunto alla sua quindicesima edizione il Premio Scientifico Capo d’Orlando, organizzato dal Museo Mineralogico Campano – Fondazione Discepolo e patrocinato dal Settore Musei e Biblioteche della Regione Campania, dall’Ente Provinciale per il Turismo di Napoli, dall’Università Federico II di Napoli e dal Comune e dall’Azienda di Turismo di Vico Equense, è intitolato alla località di Vico Equense dove nel XIX secolo furono rinvenuti pesci fossili del Cretaceo ora esposti in vari musei europei.

La consegna dei riconoscimenti, è avvenuta durante una manifestazione pubblica, che si è arricchita di conferenze ed interventi dei premiati delle varie sezioni. A ritirare la targa d’argento che presenta la riproduzione di uno dei pesci fossili rinvenuti nel XIX secolo nella località della città equana presenti i vincitori delle diverse sezioni: Louis Josè Ignarro, premio Nobel per la Medicina nel 1998 e docente all’Università della California (Premio Scientifico), Edoardo Boncinelli, uno dei più noti genetisti europei e celebre scrittore (Premio Divulgazione Scientifica), Marco Salvatore, professore di Diagnostica per immagini all’Università “Federico II” di Napoli e promotore degli appuntamenti culturali “Il Sabato delle Idee” (Premio Management Culturale), Andrea Illy, presidente ed amministratore della Illycaffe Spa, nonché neo presidente della Fondazione Alta Gamma di cui fanno parte le eccellenze del Made in Italy, (Premio Scienza e Industria), Barbara Gallavotti, giornalista televisiva e coautrice di programmi come “Superquark” ed “Ulisse”, (Premio Comunicazione Multimediale).

La cerimonia di premiazione è stata coordinata da Alfredo Ciccodicola, docente di Genetica all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e presieduta da Nicola Fusco,accademico dei Lincei edocentedi Analisi matematica all’Università “Federico II” di Napoli, ateneo che patrocina il riconoscimento.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studente entra in aula fingendosi venditore ambulante

Next Article

Gianni Mura ospite dell'Università Roma Tre

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.