Eni Award 2016: premi da 850 mila euro per ricercatori under 30 e gruppi di ricerca

Eni Award 2016: premi per ricercatori under 30 e gruppi di ricerca per un valore complessivo di oltre 850 mila euro.
ENI ha pubblicato il nuovo bando del Premio Debutto nella Ricerca, in occasione dell’edizione 2016 di Eni Award.
Possono competere al Premio Debutto nella Ricerca giovani ricercatori di età non superiore ai 30 anni (nati dunque a partire dal 1985) che abbiano conseguito il dottorato in un ateneo italiano, discutendo la propria tesi nel corso del 2014 o del 2015. Tali tesi devono fare riferimento alle due principali aree di interesse di Eni Award, ovvero energia e ambiente.
Due i riconoscimento che verranno attribuiti ai vincitori dell’Eni Award Debutto nella ricerca, consistenti in due medaglie d’oro appositamente create dalla Zecca dello Stato e di un premio in denaro di 25.000 euro ciascuno.
Oltre al premio Debutto nella ricerca, gli Eni Award prevedono:
a) due premi Nuove frontiere degli idrocarburi;
b) un premio Energie rinnovabili;
c) un premio Protezione dell’ambiente;
d) tre Riconoscimenti all’Innovazione Eni (riservati a dipendenti Eni).
Ciascuna categoria prevede un premio in denaro pari a 200 mila euro per premio, oltre al conferimento di una medaglia d’oro appositamente coniata dalla Zecca dello Stato.
Per quanto riguarda il Premio Debutto nella ricerca, la scadenza per la registrazione dell’account necessario alla presentazione della candidatura è fissata entro e non oltre le 17.00 (CET) di venerdì 13 novembre 2015, mentre la procedura di candidatura dovrà essere conclusa nella successiva settimana (non oltre venerdì 20 novembre 2015, ore 17 CET). Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale degli Eni Award.
Tutte le info e i bandi degli altri premi promossi da Eni li potete trovare nella pagina dedicata del sito aziendale. A questo link, il regolamento degli Eni Award.
 
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di martedì 29 settembre

Next Article

Lavoro, ad agosto più occupati. Ma la disoccupazione giovanile torna a crescere

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".