Contro l’ansia vedere il bicchiere mezzo pieno

ansia

L’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che entro il 2020 ansia e depressione saranno tra le maggiori cause di disabilità nel mondo. La soluzione?
Basta saper guardare il famoso ‘bicchiere mezzo pieno’ per vivere meglio e trasformare le situazioni difficili in un’occasione di crescita personale. Lo dimostra uno studio americano pubblicato su ‘Emotion’.

I ricercatori della University of Illinois negli Usa, in associazione con professori affiliati del Beckman Institute dell’Illinois, hanno analizzato questionari riguardanti i modi di gestire l’ansia percepita in diverse situazioni.

Dai risultati, ottenuti su un campione di 179 persone in buona salute, è emerso che chi reprime i propri sentimenti è tendenzialmente molto più ansioso. Per sbarazzarsi dell’ansia, invece, si dovrebbe attivare quel processo che dagli studiosi viene definito ‘di rivalutazione’.

“E’ una sorta di riformulare e di rivalutare ciò che è accaduto” – spiega Nicole Llewellyn, autrice principale della ricerca e studentessa della università dell’Illinois. “E’ un modo di pensare a quali sono i lati positivi di ciò che è accaduto. Quali sono i modi in cui posso guardare e pensare a questo come ad una sfida stimolante piuttosto che ad un problema.”

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stalking, incontro tra esperti all'Adisu

Next Article

Scoperta clamorosa: aspirina utile contro le malattie mentali

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.