Alla Sapienza un convegno sugli effetti del viagra

viagra

E’ partito il primo studio pilota per sperimentare l’efficacia della pillola blu, il sildenafil, sullo scompenso cardiaco che colpisce le donne affette da diabete. Lo ha annunciato Andrea Lenzi, direttore del dipartimento di Fisiopatologia medica della università Sapienza di Roma al convegno su genere e scienza, in corso da oggi fino al 16 febbraio nell’auditorium della Sapienza.

L’incontro è organizzato dall’ateneo romano con l’università di Sassari e la Fondazione internazionale Menarini. ”Dopo aver dimostrato gli effetti del farmaco sul recupero della funzionalità del cuore danneggiato dal diabete negli uomini, i cui risultati sono stati pubblicati recentemente sulla rivista Circulation, abbiamo avviato il primo studio pilota su 40 donne diabetiche affette da scompenso cardiaco in cura al nostro dipartimento. Avremo i risultati entro questo anno, vogliamo individuare diversità e somiglianze di genere”, spiega Lenzi.

Flavia Franconi, docente di farmacologia all’Università di Sassari e copresidente del congresso romano, ”le donne sono ancora poco considerate nella sperimentazione dei farmaci, perfino per quei farmaci utili per curare patologie tipiche femminili, come l’osteoporosi e le malattie cardiovascolari. Sono escluse anche durante le indagini di laboratorio dove si prediligono linee cellulari maschili e animali di sesso maschile”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un italiano su quattro soffre di eiaculazione precoce

Next Article

L'ultimo tweet di Reeva: "Che asso avete per sorprendere il vostro amore a San Valentino?"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".