A lezione con Cesare Prandelli

Il 22 ottobre alle ore 17 presso si terrà il secondo seminario del progetto “IncontriAMO lo Sport”. Quest’anno, ancora una volta in collaborazione con il MECS – Movimento per l’Etica e la Cultura nello Sport, è stato invitato a dare testimonianza dei valori dello sport il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Cesare Prandelli.

Il 22 ottobre alle ore 17 presso si terrà il secondo seminario del progetto “IncontriAMO lo Sport”. Quest’anno, ancora una volta in collaborazione con il MECS – Movimento per l’Etica e la Cultura nello Sport, è stato invitato a dare testimonianza dei valori dello sport il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Cesare Prandelli.

L’allenatore della formazione azzurra al mattino riceverà presso l’Università Tor Vergata il premio ‘Etica nello Sport’, che ogni anno va ai personaggi di caratura internazionale che si siano distinti per correttezza, sportività, valori etici e lotta al doping. Nel pomeriggio, poi, Mister Prandelli si intratterrà con gli studenti dell’ateneo privato.

Una presenza eccellente dopo quella di Sir Alex Ferguson dello scorso settembre, che conferma l’importanza che l’A.S. LUISS dà ai valori del fair-play e della correttezza chiamando a testimoniare figure di spicco dello sport mondiale.

Cesare Prandelli incontrerà gli studenti dell’Università di Confindustria nell’Aula 211 della sede di viale Romania.

Prenotazione obbligatoria con e-mail (indicando nome, cognome e matricola) all’indirizzo [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Qualità attraverso l'internazionalizzazione

Next Article

Due stage per laureati in economia

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".