A Bologna la “Ricerca” si racconta in rete

Turboblogging

Parlare, spiegare e far comprendere la vera ricerca scientifica attraverso le storie di eccellenza dei laboratori della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna. Questa la finalità di Turboblogging il contest che l’11 aprile darà vita a Bologna ad una competizione all’ultimo post per valorizzare nuovi talenti nel campo della comunicazione attraverso i nuovi media.

I partecipanti, fino al 25 marzo sarà possibile iscriversi al concorso su www.turboblogging.it, potranno raccontare la ricerca industriale attraverso la realizzazione di un post che faccia emergere la loro competenza specifica nella comunicazione e nei new media.

I 3 vincitori riceveranno in premio ciascuno un kit completo di 1 iPad mini Wi-Fi +Cellular 16G e 1 GoPro Camera HERO3 White Edition, mentre  i 40 partecipanti selezionati riceveranno una licenza gratuita valida fino al 31 dicembre 2013 del software Cream, il sistema di monitoraggio che analizza quotidianamente sul web, attraverso report quantitativi e qualitativi, la reputazione e il sentiment di marchi, prodotti e aziende.

L’evento è promosso da Aster, Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna in collaborazione con CNR Area della Ricerca di Bologna, Filandolarete e Cribis D&B.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Record di poveri nel 2013: oltre 4 mln, ma la flessibilità aiuta i giovani

Next Article

Un comunicatore nel marketing Carpisa

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".