Wake up!: al Teatro Argentina letture sulla primavera araba

Il sipario del Teatro Argentina di Roma oggi presenta ” Wake Up! – bagliori dalla primavera araba”.
Stasera, dalle 19.30, verranno messi in scena sei corti teatrali curati dagli giovani drammaturghi contemporanei. Due serate a ingresso libero dedicate alla Primavera araba e alle risonanze che questa ha avuto nel nostro Paese. Le letture, di circa 15 minuti, saranno accompagnate da un ricco programma di incontri, laboratori e seminari.

Il progetto nasce dal lavoro svolto con l’Unione dei Teatri d’Europa e il Naunynstrasse Ballhaus di Berlino per il Festival “Voicing Resistance” ed è dedicato alla nota protesta nel Mediterraneo.

I sei diversi inediti teatrali narrano la “rivoluzione di piazza”: La bandiera di Michele Santeramo; Maledetta primavera di Enrico Castellani; Scorrere, una rivoluzione origliata di Alessandro Berti; Non le dispiace se bevo di Renato Gabrielli; The Protester di Magdalena Barile; In Tahrir di Riccardo Fazi.

Maledetta primavera di Enrico Castellani è stato anche selezionato per essere tradotto in lingua tedesca dal Goethe Institut, e sarà presentato a Berlino il prossimo 17 giugno e in numerosi altri teatri europei: il teatro Habima di Tel Aviv, il Teatro Nazionale della Grecia del Nord, il Teatro Garibaldi di Palermo, il Teatro Nazionale di Atene e dello Shauspielhaus Graz.

Per Ulteriori informazioni clicca qui

M.B.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Manhattan, ricerca con previsioni catastrofiche

Next Article

Sapienza, ultimatum al ministero

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".