Virgin Active offre lavoro su Bologna

Virgin Active è la società del gruppo Virgin che opera nel settore del fitness e del benessere. Sbarcata nel 2004 in Italia, oggi conta nove club attivi a Genova, Bologna, Torino, Milano, Roma e Firenze e prevede per i prossimi anni un intenso piano di sviluppo che riguarda l’intero territorio italiano. Le ultime ricerche che la Virgin Active sta svolgendo sono per il club di Bologna, per le posizioni di receptionist, responsabile servizio clienti e istruttori fitness.

Il receptionist si occuperà dell’accoglienza clienti, controllerà che tutte le comunicazioni interne ed esterne siano organizzate ed efficienti e farà in modo che l’area Reception sia mantenuta e presentata secondo gli standard Virgin Active. Sarà inoltre responsabile del coordinamento del Team della Reception. Il candidato ideale ha un’età compresa tra i 25 e i 30 anni ed è dotato di capacità relazionali, di comunicazione e di forte orientamento alla clientela.
Il responsabile del servizio clienti, invece, avrà la responsabilità di garantire un eccellente Customer Service, attraverso la gestione del cliente dalla stipula del contratto fino all’eventuale cessazione dello stesso, e attraverso l’organizzazione di piccoli eventi all’interno e all’esterno del club. Sono richiesti età compresa tra i 28 e i 33 anni, capacità relazionali, forte orientamento alla clientela.
Infine si assumono istruttori fitness: il ruolo richiede capacità di lavorare in team, saper motivare, comunicare e relazionarsi con diverse tipologie di soci; saper creare un’atmosfera piacevole all’interno dei corsi musicali con una continua assistenza ai soci nell’inserimento alle attività, soprattutto a quelli inesperti. Per questo ruolo sono richieste certificazioni e attestati relativi a corsi frequentati con abilitazione all’insegnamento.
Per tutte le posizioni è necessario avere alle spalle un’esperienza lavorativa di almeno un anno. Le candidature si possono inviare tramite il sito della società www.virginactive.it dalla sezione “lavora con noi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

72 Tirocini al MEF, li promuove la Crui

Next Article

Regione Lazio, 16 borse per la pace

Related Posts
Leggi di più

Un lavoro da 1.250 euro al mese? I neolaureati dicono no

I dati del 26esimo rapporto di Almalaurea fotografano un cambiamento di esigenze da parte di chi si affaccia, dopo l'università, sul mercato del lavoro: non si è più disposti ad accettare stipendi non ritenuti consoni al titolo di studio ottenuto.