Università di Firenze, finita l’aspettativa di Conte: “Il mio futuro immediato è la cattedra”

Conte incontrerà il rettore Dei e saranno definiti i suoi impegni didattici


Con decreto del rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei, firmato oggi 15 febbraio, l’ex premier Giuseppe Conte riprende formalmente servizio presso l’Università di Firenze come professore ordinario a tempo definito di Diritto privato, concluso il periodo di aspettativa obbligatoria scattata nel 2018 con la sua nomina a premier.  Nei prossimi giorni il professor Conte incontrerà il rettore Dei e saranno definiti i suoi impegni didattici, tenendo conto che la programmazione delle lezioni per il secondo semestre di questo anno accademico è già stata stabilita.

“Il mio futuro immediato è il rientro a Firenze”, dice Giuseppe Conte al FattoQuotidiano.it, “da professore all’università: è terminata l’aspettativa e quindi riprenderò ad andare a Firenze”. Quanto al suo futuro in politica, l’ex presidente del Consiglio dice: “Ci sono tanti modi per partecipare alla vita politica: lo vedremo insieme agli amici con cui abbiamo lavorato e ai compagni di viaggio”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Formazione e inserimento lavorativo in Digitale e Sostenibilità

Next Article
programma montalcini ricercatori

Università, in Gazzetta ufficiale il bando del 'programma Montalcini 2019'

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".