Università Cattolica – Studente bocciato all’esame di Teologia scrive bestemmie sui muri: una bufala

bestemmiatore

 

Una bufala, come volevasi dimostrare. Si è rivelata del tutto inventata la storia raccontata dal quotidiano Libero sullo studente iscritto all’Università Cattolica di Milano, che dopo una bocciatura all’esame di Teologia avrebbe scritto sui muri della Facoltà una serie di bestemmie.

Questi i fatti raccontati:  Il 23enne sarebbe stato rimandato, infatti, alla prova scritta, e dopo aver mandato letteralmente “a quel paese” il professore, sarebbe passato ai fatti.

Prima uscito dalla Facoltà, poi, armato di vernice rigorosamente nera, avrebbe imbrattato il muro della Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere con una serie di bestemmie a caratteri cubitali. Le scritte sarebbero state subito riprese e fotografate dagli studenti, e in poche ore avrebbero fatto il giro del Web.

La notizia, c’è da dirlo, ha suscitato la curiosità di parecchi lettori: a riportarla è il quotidiano “Libero” e si è rivelata una clamorosa bufala. Dall’Ufficio Comunicazione dell’Università Cattolica di Milano hanno infatti confermato la completa infondatezza della storia.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"L'omosessualità decisa dai geni"

Next Article

"I tagli hanno fatto disastri. Ora occorre investire"

Related Posts
Leggi di più

Francia, suicida la star dei social MavaChou: travolta dagli insulti dei fan dopo la separazione dal marito

Maëva Frossard, 32 anni, si è tolta la vita lo scorso 22 dicembre. La procura di Epinal vuole capire se il suo gesto può essere stato una diretta conseguenza degli insulti ricevuti sui social network dove lei aveva costrutito un piccolo impero grazie ai video sulla vita di coppia e consigli per l'acquisto con l'ex marito. La situazione poi è precipitata dopo la loro separazione.