Umbria, stage retribuiti per giovani laureati disoccupati

stage retribuiti

“Nella riunione di giunta di ieri e’ stato approvato un disegno di legge con cui viene modificato il quadro normativo di riferimento, cosa che ci consentira’ a breve di recepire le ‘Linee guida per la regolamentazione dei tirocini’ (o stage), approvate dalla conferenza Stato-Regioni lo scorso gennaio. In parallelo, stiamo lavorando con i tecnici di Italia Lavoro per definire la proposta da sottoporre alle parti sociali. Il tutto richiede qualche settimana e, fatto salvo il periodo agostano, a settembre credo che saremo pronti a varare la norma della Regione Umbria per tirocini e stage”.

Cosi’ Luigi Rossetti, coordinatore dell’area impresa e lavoro della Regione Umbria, fa il punto con Labitalia sull’adozione delle regole per i tirocini post curriculari. “La proposta dell’Umbria -spiega ancora il dirigente- ha come riferimento le Linee guida approvate a gennaio e anche la specificita’ del sistema umbro, dove sono presenti molte piccole e micro imprese.

L’Umbria recepira’ gli indirizzi delle Linee guida ossia i tirocini come strumento di politica attiva del lavoro, che valorizza quel sistema di apprendimento non formale fondamentale anche per l’occupabilita'”.

Rossetti ricorda che in quest’ottica la Regione ha gia’ avviato un progetto, grazie al Fse, nei primi mesi del 2013: “Si chiama ‘Work esperience’ ed e’ rivolto a giovani laureati e diplomati disoccupati che per 6 mesi hanno la possibilita’ di fare uno stage in azienda. La Regione ha investito 3 milioni, grazie ai quali ai giovani verranno dati 800 euro al mese”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cosa farà da grande il Royal Baby? Al via il totoscommesse

Next Article

Pisa, la battaglia degli studenti di Sinistra Per

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.