Umberto Eco: "Internet ha dato parola agli imbecilli"

“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli”. Parola di Umberto Eco che attacca così internet dopo aver ricevuto all’Università di Torino la laurea honoris causa in “Comunicazione e Cultura dei media”. E’ la laurea ad honorem numero 40 (quaranta) per lui. “Prima – ha detto Eco – parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli”.
Il web, insomma, secondo Eco promuoverebbe lo scemo del villaggio a detentore della verità. E’ la stessa struttura di internet a favorire il proliferare di bufale. Il ruolo dei giornali, così, diventa fondamentale nel “filtrare con équipe di specialisti le informazioni di internet perché nessuno è in grado di capire oggi se un sito sia attendibile o meno”. Per fare questo “i giornali dovrebbero dedicare almeno due pagine all’analisi critica dei siti, così come i professori dovrebbero insegnare ai ragazzi a utilizzare i siti per fare i temi”, ha detto Eco riferendosi al fenomeno della copiatura dal web.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Riforma della scuola come un alunno andato male: rimandata a settembre

Next Article

Si traveste da donna per sostituire la fidanzata all'esame. Scoperto e multato, ma diventa eroe romantico

Related Posts