Tre milioni di studenti europei con Erasmus

tre milioni di studenti con erasmus

Tre milioni di studenti europei con Erasmus Dalla sua attivazione, nel 1987, oltre tre milioni di studenti europei hanno beneficiato dell’Erasmus. Lo ha reso noto oggi la Commissione europea, precisando che nell’anno accademico 2011-2012 e’ stato registrato un nuovo record, con oltre 252mila ragazzi che hanno usufruito del programma di scambio per studiare all’estero, il 9% in piu’ rispetto all’anno precedente.

I Paesi dai quali lo scorso anno e’ arrivato il maggior numero di studenti sono Spagna (39. 545), Germania (33.363), Francia (33.269), Italia (23,377, piu’ 6,1% rispetto al 2010-2011) e Polonia (15.315), mentre i cinque che Paesi che ricevono la maggior parte dei giovani sono Spagna, Francia, Gemania, Gran Bretagna e Italia. E in Italia, le universita’ che accolgono il maggior numero di studenti sono quella di Bologna (al terzo posto della classifica, dopo Grenada e Madrid) e della Sapienza a Roma (al settimo posto).

“L’Erasmus – ha commentato la commissaria europea per l’Educazione – e’ piu’ importante che mai in tempi di difficolta’ economiche e di alta disoccupazione giovanile: le capacita’ e l’esperienza internazionale acquisita dagli studenti Erasmus li rende maggiormente pronti al lavoro ed alla mobilita’ sul mercato del lavoro”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cannabinoidi per curare gli spasmi da sclerosi

Next Article

Avio: "Per 18 giovani master e lavoro in azienda"

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"