Toscana: dalla regione voucher per esperienze formative all’estero

images (16)

Dalla Regione Toscana una valido aiuto a quanti intendano intraprendere esperienza formative all’estero.

L’ente ha infatti stanziato 700 mila euro da distribuire sotto forma di borse di studio a vincitori della selezione che scadrà il prossimo 15 aprile.

Tre le linee di intervento previste: la prima (riservata a laureati sotto i 35 anni) riguarda la frequenza di master, dottorati di ricerca e percorsi post laurea realizzati interamente all’estero.

La seconda linea è riservata a dottorandi senza borsa, under 35, iscritti a Università italiane, che si rechino all’estero per studi e ricerche funzionali al proprio corso.

L’ultima linea è riservata a laureati di età non superiore a 40 anni con specifica esperienza lavorativa e di ricerca: riguarda la frequenza di percorsi formativi all’estero in definiti ambiti disciplinari (tutela proprietà intellettuale, attività di sostegno alla ricerca e al trasferimento tecnologico).

Il voucher può essere richiesto – fino a un importo massimo di 20, 25 o 30 mila euro a seconda della durata del percorso – per coprire le spese di iscrizione, alloggio e viaggio di andate e ritorno. Per richiedere il rimborso occorre essere residenti in Toscana e non aver già fruito, nel 2012, del voucher regionale alta formazione.

I percorsi formativi ammissibili a finanziamento – diversi a seconda delle linee di intervento – possono essere erogati da Università, Scuole di alta formazione riconosciute dalle autorità estere, Centri di ricerca, altri soggetti indicati nel bando. Il bando, che fa parte del progetto regionale “GiovaniSi”, è disponibile sulla pagina web della Regione.

Per presentare domande: www.sviluppo.toscana.it

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Appalti, a Tor Vergata il primo master internazionale

Next Article

2,85 l'ora per un addetto stampa. La proposta di un grillino indigna i giornalisti

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.