Appalti, a Tor Vergata il primo master internazionale

Schermata 2013-04-04 a 13.54.19

E’ stato inaugurato all’Universita’ di Tor Vergata di Roma il primo Master internazionale di secondo livello in Public Procurement Management, rivolto a funzionari pubblici internazionali che operano nel settore degli appalti e a studenti che intendono intraprendere una carriera in questo ambito.

Il Master e’ organizzato dall’ateneo romano in collaborazione con la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers), il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell’economia e l’Iniziativa Centro Europea (Ince). Il Master intende fornire gli strumenti e le competenze per dare soluzione ai problemi che nascono in contesti fortemente dinamici, come i mercati in transizione tipici dei Paesi in cui opera la Bers. Tra gli obiettivi, contribuire al miglioramento della governance pubblica di questi Paesi in quanto un’efficiente gestione degli appalti e delle gare pubbliche favorisce il buon governo.

Il Fondo Ince presso la Bers, interamente finanziato dall’Italia, sostiene la partecipazione al Master di sette professionisti provenienti da Albania, Moldova, Montenegro, Romania e Serbia. ”Grazie a questo progetto pilota, contribuiamo alla transizione dei paesi InCE non membri dell’Ue mediante l’acquisizione di competenze sulle procedure di appalto internazionali che consentiranno ai partecipanti al Master di influenzare lo sviluppo legislativo riflettendo le buone prassi della Bers”, sottolinea Guido Paolucci, Programme Manager dell’Ufficio per il Fondo Ince presso la BERS, con sede a Londra e a Trieste.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pubertà precoce, bambini a rischio disturbi comportamentali

Next Article

Toscana: dalla regione voucher per esperienze formative all’estero

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.