Sound e tradizioni per comprendere gli altri: parte il progetto a Caserta

corriereuniv

Domenica 6 ottobre presso l’Aula Magna del Centro Funzionale (ex-Macello) in via Napoli, 204 a Maddaloni in provincia di Caserta, a partire dalle ore 16:30 è prevista la presentazione di RootsInAction, un progetto che intende promuovere un incontro tra culture attraverso le radici musicali.

L’iniziativa, in collaborazione con la libreria Hamletica e l’istituto Fondazione Villaggio dei Ragazzi e con il patrocinio morale del Comune di Maddaloni, è promossa da un gruppo informale di giovani Growin’Groovin‘, composto dai referenti Oscar Pisanti e Francesco Esposito, Angelo Affinita, Alain Michel Nzisabira e con il supporto del coach Valentina Manna ed è stata finanziata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito del Programma Gioventù in Azione – Az. 1.2 (Commissione Europea – Direzione Generale Istruzione e Cultura).

“Se la cultura è l’impronta digitale di ciascun popolo, la musica è il linguaggio universale che ne consente la comunicazione e lo scambio. E’ così che dall’incontro tra musica e radici nasce quello che abbiamo voluto definire un “intercultural trip”: un viaggio all’insegna dell’interculturalità, che coinvolgerà giovani di origini etniche differenti (di età compresa tra i 15 e i 30 anni) in un’esperienza di partecipazione attiva che promuova il dialogo e la comprensione con il “diverso da sé” spiega la coach.

Il progetto prevede laboratori interculturali, workshop tematici, cineforum ed esibizioni live. I partecipanti inoltre avranno il compito di documentare e documentarsi sulle tradizioni musicali caratteristiche della propria etnia mediante ricerche web e bibliografiche, raccolta di testimonianze e filmando sul campo interviste a personaggi chiave e momenti di aggregazione a tema musicale.

Alla fine del percorso verrà realizzato un dvd che testimonierà le differenti realtà etnico-musicali presenti nel contesto locale.

Il ciclo di incontri si svolgerà da ottobre a dicembre
Qui il calendario completo degli incontri del progetto RootsInAction

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Teramo: esplosione in una scuola dell'Infanzia

Next Article

L'offerta ai cervelli in fuga: centomila euro per rientrare

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".