Sesso, negli Usa si studia “strano”

et_2.jpgAlla Rochester University il sesso entra nelle aule universitarie. E lo fa sotto forma di “alieno”. Nasce così negli Stati Uniti il nuovo corso di “Sex Alien”, una serie di lezioni che vanno ad indagare e scoprire una nuova sessualità di “terzo tipo”.

Il corso, che già gode della “simpatia” della maggior parte degli studenti, esamina le rappresentazioni della sessualità umana nel mito, nella fantasia, nella fantascienza, e in generale in tutte le manifestazioni in cui è trattata.

Attraverso l’analisi di libri, film, ma anche situazioni realistiche che hanno come oggetto la sessualità gli studenti approfondiscono le figure archetipe dell’amante divina, dell’amante demoniaco e ovviamente dell’amante disumano, straniero, androide o, appunto, alieno.

La didattica insomma si sofferma sul significato e la simbologia nascosta dietro una esperienza etichettata come “sesso straordinario”, dove la parola straordinario sta ad indicare una realtà sessuale extra terrena al di fuori dei normali canoni dell’esperienza umana.

Se gli alieni sono etero e omosessuali sarà comunque difficile dedurlo dal corso. In realtà altri sarebbero gli interrogativi da farsi sulla reale valenza del programma.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Opportunità in banca nelle sedi di Milano

Next Article

Capodanno con le bollicine

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"