Radio Globo cerca un giovane speaker radiofonico

L’annuncio della famosa radio romana, che riportiamo integralmente di seguito, è stato postato sul proprio profilo da Giorgio d’Ecclesia, uno degli speakers attualmente in forza all’emittente radiofonica.

Queste sono le notizie che ogni utente di Radiospeaker.it aspetta di giorno in giorno. Una radio importante, innovativa e brillante come Radio Globo, cerca un nuovo speaker radiofonico.

Si, la radio più ascoltata nel Lazio, la radio del Morning Show più divertente ed originale del momento, la radio del Capitano Andrea Torre e del Producer più innovativo Lucio Scarpa, la radio che d’estate trasmette in diretta dall’Hard Rock Hotel di Ibiza e la radio dove lavoro sta cercando una nuova voce da inserire in palinsesto.

Prima di correre ad inviare demo e curriculum è bene conoscere alcune specifiche che Radio Globo richiede ai propri candidati:

– Un’età non superiore ai 35 anni

– La possibilità di vivere a Roma (senza gravare sull’Emittente con continue difficoltà di spostamento)

– Uno stile giovanile, brillante e moderno

– Esperienza in diretta con “image ramp”, rapidi disco-disco e conduzione “di flusso”

– La predisposizione all’uso del mixer e dell’editing audio (i conduttori di radio globo fanno tutti auto-regia)

Se rientri in queste specifiche non perdere tempo, prepara la tua migliore demo, spolvera il Curriculum ed invia il tutto a questo indirizzo: [email protected]

Da parte mia un solo consiglio: sorridi, sempre.

Giorgio d’Ecclesia
Conduttore di Radio Globo
Responsabile di Radiospeaker.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Regione Lazio: bando da 728 mila euro per tirocini, orientamento e formazione per disabili

Next Article

I ricercatori italiani alzano la voce: "Senza di noi università al collasso"

Related Posts
Leggi di più

Il mondo della comunicazione è sempre più giovane: il 53% degli occupati è under 35

Un dipendente su due che lavora nel mondo della comunicazione ha meno di 35 anni. E' quanto emerge da un'indagine condotta su un campione di 172 aziende e condotta da Una, Aziende della comunicazione unite, e Almed, Alta Scuola in Comunicazione, Media e Spettacolo, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi anni c'è stato un calo dell'occupazione femminile.