Premio Wired 2013, pubblicato il bando

Schermata 2013-02-20 a 13.53.00

E’ online il bando per il Premio Wired 2013, che sarà assegnato alle migliori tesi di laurea che abbiano come argomento il mondo dei videogiochi e che ne propongano un’analisi critica.
In palio, un abbonamento mensile a Wired e la pubblicazione sui siti web di Wired Italia e dell’Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna. Il primo classificato, inoltre, riceverà un premio di mille euro.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna, da AESVI, l’associazione di categoria che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia, dalla cattedra di Semiotica dei Nuovi Media del corso di laurea in Scienze Comunicazione dell’Università di Bologna, da Redder, Internet provider veneto, nonché da Condé Nast S.p.a, editore della rivista mensile Wired Italia.

Il premio, giunto ormai alla sua terza edizione, sarà assegnato alle tre migliori tesi di laurea degli studenti provenienti dalle facoltà di Lettere e Filosofia, Lingue e Letterature Straniere, Psicologia, Scienze della Formazione, Sociologia, Scienze della Comunicazione, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio, Ingegneria, Scienze dell’Informazione, Scienze Statistiche, Architettura, Conservazione dei Beni culturali, di tutte le università e Accademie delle Belle Arti italiane.

La cerimonia di premiazione si terrà il 25 maggio del 2013, durante la celebrazione del Geek Pride Day.
Per ulteriori informazioni, consultare il bando al link: https://www.cinetecadibologna.it/archivi-non-film/videoludico/premiowired

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il pavimento della scuola resiste. Ma come cavie vengono usati i bimbi

Next Article

Bologna, al via la trentesima stagione di scambi e soggiorni all’estero

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".