Pausa dagli esami lavorando in campagna

 lavorare in campagna

Pausa dagli esami lavorando in campagna La proposta di Confagricoltura per i giovani tra 16 e 25 anni iscritti ad un ciclo di studi. Un modo per far conoscere il lavoro rurale ai ragazzi senza ostacolare gli studi

Lavorare nella campagna piemontese tra luglio e settembre, quando all’università sono terminati gli esami e le lezioni devono ancora cominciare. Questa la proposta lanciata da Confagricoltura in collaborazione con l’Associazione nazionale giovani agricoltori,il Dipartimento di Giurisprudenza e di Scienze Politiche Economiche e Socialidell’università degli studi del Piemonte orientale e Last (Laboratorio Sviluppo e Territorio).

L’iniziativa vuole da un lato rispondere alla richiesta di lavoro stagionale da parte delle aziende agricole che nei mesi estivi vedono aumentare le proprie attività, dall’altro offrire esperienze lavorative interessanti agli studenti in cerca di occupazione durante il periodo di sospensione didattica.

Possono richiedere di partecipare al progetto i giovani tra 16 e 25 anni purché regolarmente iscritti a un ciclo di studi.

Il contratto prevede la remunerazione tramite voucher e buoni lavoro comprendenti già la copertura assicurativa e non soggetti a ritenute fiscali.

Un modo nuovo per far conoscere agli studenti il mondo del lavoro rurale e contemporaneamente offrire alle aziende manodopera stagionale in piena regolarità e trasparenza.

Per tutte le informazioni e le candidature consultare il sito www.confagricolturalessandria.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Italiani esclusi dagli Erasmus in Inghilterra

Next Article

Spaccio nelle scuole, smantellata rete di trafficanti. Una studentessa pusher della banda

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.