Ore in meno a scuola, Profumo chiarisce: “Nessuna decisione è stata presa”

20121014_profumo

Ridurre di un anno la durata delle scuole superiori è una proposta, “ma nessuna decisione è stata presa in proposito”. A ribadirlo è il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo che, intervenuto e ‘Prima di tutto‘ su Radiouno, spiega il significato della proposta contenuta nell”Atto d’indirizzo concernente l’individuazione delle priorità politiche per il 2013’ on line sul sito del Miur: “Abbiamo avviato una serie di analisi relative a un nuovo modello di scuola – sottolinea – in linea con il resto d’Europa e più vicina a quella che è la domanda dei giovani e del mercato del lavoro. Ma nessuna decisione è stata presa, si tratta di uno studio di quello che avviene nel mondo”.

Il ministro nei mesi scorsi ha affidato a una commissione proprio lo studio di questo tema, che avrebbe come conseguenza la riduzione delle ore di lezione e del numero di cattedre.

Argomenta Profumo: “Nel caso in cui si andasse in questa direzione, non è detto che non si possano utilizzare le persone per una modalità della scuola che è diversa da quella di oggi, una scuola che abbia un tempo più prolungato e dedichi maggiore attenzione agli studenti”.

Nel documento pubblicato dal Miur si parla anche di potenziare la formazione degli insegnanti e del personale tecnico-amministrativo: “C’è una fortissima richiesta del consiglio dell’istruzione europea perchè la domanda dell’istruzione oggi è molto diversa dal passato – spiega il ministro – un istruzione più moderna e maggiormente rispondente alle nuove esigenze degli studenti. E l’elemento centrale è proprio formazione dei docenti”.

Profumo è quindi tornato sull’esigenza di rafforzare l’istruzione tecnico-professionale: “Emerge dall’analisi della nostra economia – ha concluso – che c’è bisogno di più tecnici e di persone strettamente collegate alla natura manifatturiera della nostra economia. Occorre per questo investire in una formazione che sia tecnico-professionale”.

Fonte Agi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Justin Bieber cacciato dal locale: "Puzzava d'erba"

Next Article

La gravidanza deforma i piedi

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.