Milano. Dirigenti a mezzo servizio

I Presidi hanno bisogno di una scuola e le scuole hanno bisogno di Presidi, una reciprocità che sta risentendo fortemente del caos concorso. L’indignazione dei tanti professori che hanno superato il concorso è alle stelle. A Milano sono ben più di 400 i neo dirigenti senza sede, dal’altra è grande anche la difficoltà della Regione Lombardia che si trova con presidi part time a coprire due istituti. Formigoni ha chiesto un nuovo concorso “Pessima prova della burocrazia ministeriale romana. Governo deleghi subito poteri alla Regione” ha scritto su Twitter.

I Presidi hanno bisogno di una scuola e le scuole hanno bisogno di Presidi, una reciprocità che sta risentendo fortemente del caos concorso. L’indignazione dei tanti professori che hanno superato il concorso è alle stelle. A Milano sono ben più di 400 i neo dirigenti senza sede, dal’altra è grande anche la difficoltà della Regione Lombardia che si trova con presidi part time a coprire due istituti. Formigoni ha chiesto un nuovo concorso “Pessima prova della burocrazia ministeriale romana. Governo deleghi subito poteri alla Regione” ha scritto su Twitter.

Il Miur trovi una soluzione veloce – le parole di Mimmo Pantaleo della Cgil – ci ritroviamo con 475 scuole senza direzione. E si poteva evitare se il ministero avesse gestito con trasparenza e con maggiore attenzione le procedure concorsuali”.

Intanto si scatena sovente la preoccupazione per un inizio di anno scolastico complesso.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La denuncia: "Mi ha sollevato la maglietta in classe"

Next Article

De Magistris: Scampia non verrà dimenticata

Related Posts
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".
Leggi di più

Covid, in arrivo nuove regole a scuola: Ffp2 gratis per gli studenti in autosorveglianza e stop ai certificati medici per tornare in classe

In arrivo un nuovo decreto per cercare di semplificare e uniformare le regole sui contagi a scuola. Si cercherà di alleggerire il carico dei tamponi sia alle famiglie che alle Asl abolendo l'obbligo, oggi in vigore per le scuole primarie, quando c'è soltanto un caso positivo nel gruppo classe. E alle superiori per tornare in classe non servirà più il certificato medico ma solo un tampone rapido.