Maturità dei Vip – Benedetta Porcaroli: "Speriamo sia buona la prima"

Maturità dei Vip – Benedetta Porcaroli: “Speriamo sia buona la prima”
È stata una delle protagoniste di “Perfetti Sconosciuti”, anche se di “sconosciuto” ha ben poco. Dopo il grande successo arrivato con la fiction di Rai Uno “Tutto può succedere”, la rivedremo a settembre su
Rai Tre in “Non uccidere” e come coprotagonista del film “Sconnessi” di Cristian Marazziti. Ma tra i tanti impegni di Benedetta Porcaroli c’è anche la maturità, un appuntamento al quale non potrà mancare. E per studiare? C’è sempre tempo. In fondo sottolinea: “Ho ancora due mesi e darò il massimo”.
Quanto è difficile portare contemporaneamente avanti scuola e lavoro?
È molto difficile ma lo studio è importante e non va tralasciato. Per un periodo devi riuscire a dividere gli impegni e a gestire i tempi e questo significa maggiore responsabilità. Devi essere fortunata a trovare professori disponibili e comprensivi che ti facilitino la fatica.
A giugno ci sarà l’appuntamento con la maturità. Come ti stai preparando?
Diciamo che fino ad ora non mi sono preparata. Sono capitati diversi lavori e non sono riuscita a dedicarmi alla maturità come avrei voluto, ma da ora ho due mesi di tempo e darò il massimo.
Cosa ti preoccupa di più: prove scritte o orale?
La prova orale. Stare davanti a una commissione intimorisce sempre un po’ di più; durante le prove scritte hai più tempo a disposizione disposizione da gestirti come vuoi, per pensare, cancellare, riscrivere mentre l’interrogazione, come si dice nel cinema, è “buona la prima”.
Social network: quanto li usi e quanto ti affiderai a loro per il “tototema” di italiano?
I social sono molto utili per tutto ciò che è informazione. L’attualità è fondamentale e molto discussa ed è bene prepararsi al meglio e in questo internet è imbattibile. Il tema abbraccia tematiche di ogni tipologia, ma spesso collegate a eventi accaduti durante l’anno o episodi che hanno colpito diverse zone nel mondo su argomenti politici, storici o letterari e il miglior modo per avere una fitta rete di notizie sono sicuramente i social network.
Notte prima degli esami: programmi?
Ancora non se ne sta parlando, siamo in fase preparativa, spero di fare qualcosa che mi distragga dall’ansia che mi assalirà quella sera.
Una seconda passione oltre a quella del cinema?
La musica. Canto da quando ero bambina in ogni situazione possibile, è la manifestazione della gioia e del dolore e colora la mia vita di mille emozioni. C’è una sottilissima affinità tra la musica e la recitazione, in entrambi i casi devi essere un bravo performer. Vorrei ricominciare a fare lezioni appena mi sarà possibile perché la musica mi libera l’anima e mi sento più leggera.
L’intervista a Benedetta Porcaroli è stata tratta dalla Guida alla Maturità 2017, edita da Corriere dell’Università
 
LEGGI ANCHE:
MATURITA’ DEI VIP – le nostre interviste:
La Maturità dei Vip – Rocco Hunt: “Non abbiate paura di cambiare città”
La Maturità dei Vip – Lodovica Comello: Immaginate i prof. in mutande, funziona sempre
La Maturità dei Vip – Elisabetta Canalis: “La notte prima degli esami? Non la ricordo!”
La Maturità dei Vip – Ascanio Celestini: “La scuola? Un’esperienza politica”
La Maturità dei Vip – Cristiana Capotondi: “Il mio esame? Una corsa campestre”
La Maturità dei Vip – Ilaria D’Amico – “Non dimenticherò mai quel 3”
La Maturità dei Vip – Maddalena Corvaglia: “Seminate tutto l’anno e pazienza. I frutti arriveranno”
La Maturità dei Vip – Dario Fo: “Ragazzi, ribellatevi alla mediocrità!”
La Maturità dei Vip – Neri Marcorè: “Serietà e spensieratezza, così ho superato l’esame”
La Maturità dei Vip – Edoardo Leo – “Sappiate scegliere e se necessario formatevi da soli”
La Maturità dei Vip – Claudio Santamaria: “Guardate il vostro esame dall’alto”
La Maturità dei Vip – Silvio Muccino: “Mi salvai commuovendo la commissione”
La Maturità dei Vip – Tania Cagnotto: “L’esame di maturità? Ero più agitata che alle olimpiadi”
Maturità: il video di Gianni Morandi per gli st

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Milano, Renzo Piano progetta nuovo Politecnico

Next Article

Cgil in piazza contro voucher, Camusso: "Schiaffo a democrazia"

Related Posts
Leggi di più

Ue, quattro scuole italiane vincono il premio per l’insegnamento innovativo

Annunciati i vincitori dell'edizione 2022 del Premio europeo per l'insegnamento innovativo EITA- European Innovative Teaching Award: sono l'Istituto tecnico agrario “A. Trentin” di Lonigo (Vicenza), la scuola secondaria Statale di Primo Grado "G.Bianco- G. Pascoli" di Fasano (Brindisi), l'Istituto comprensivo "D'Azeglio-Nievo" di Torino e "Ettore Guatelli" a Collecchio (Parma). Il 25 ottobre la consegna dei premi a Bruxelles.