Magnete per le staminali: via per un cuore sano

Un gruppo di ricercatori del Cedars Sinai Heart Institute di Los Angeles ha messo a punto una tecnica originale per i trattamenti curativi post-infarto.

Un gruppo di ricercatori del Cedars Sinai Heart Institute di Los Angeles ha messo a punto una tecnica originale che rende più efficaci i trattamenti curativi post-infarto e permette al cuore di rigenerarsi meglio e in meno tempo. La ricerca, pubblicata su Circulation, la rivista ufficiale dell’American Heart Association, fa fare un passo avanti decisivo alle terapie a base di cellule staminali, che sono tra le innovazioni più promettenti per la riabilitazione dei cuori infartuati.
Partiti dall’osservazione che nel tessuto infartuato, dopo l’infusione delle staminali riparatrici, le stesse subiscono un “processo di lavaggio” da parte del flusso sanguigno e dalla contrazione cardiaca che le porta lontano dal cuore e le riduce di numero fino a farne rimanere solamente il 10% di quelle iniettate, spiega Eduardo Marban – direttore del Cedars Sinai Heart Institute, i ricercatori si sono posti la domanda di come migliorare la tecnica impiantistica per guidarle nella zona da guarire e farcele rimanere il più possibile al fine di ottenere risultati più efficaci.
La risposta, testata in un gruppo di topolini infartuati, è stata quella di “potenziare” le cellule staminali, destinate a riparare il tessuto cardiaco, con “microparticelle” di ferro.
Una volta iniettate le cellule staminali così “potenziate”, è stato sufficiente posizionare un semplice magnete sopra il cuore per guidarle ed attrarle attorno alla lesione cardiaca. Così facendo si è riusciti a triplicare (30%) il numero delle cellule che riescono, dopo 24 ore, a stazionare attorno alla lesione ed a svolgere la loro azione riparatrice.
La procedura sul primo paziente è stata portata a termine nel giugno dell’anno scorso ed i risultati completi della sperimentazione sono attesi per l’inizio del 2011.

Total
0
Shares
1 comment
  1. penso che l’utilizzo delle staminali marcate con la guida del magnete è una via ottima per guarire il cardiopatico senza incorrere in quei rischi che attualmente bisogna affrontare con interventi chirurgici.
    vorrei da voi cortesemente ulteriori informazioni e riferimenti in merito ai medici (stranieri o italiani) che attualmente applicano questa metodologia

Lascia un commento
Previous Article

Progresso&Ambiente

Next Article

La bottiglia ecofriendly

Related Posts
Leggi di più

Orientasud, torna il salone per i ragazzi del Meridione. Berriola: “Aziende non trovano giovani”

a mercoledì 3 a venerdì 5 novembre, tre giorni di evento nel segno dei giovani. Orientamento, informazioni, opportunità di studio e scambi, colloqui, seminari e workshop per sostenere le scelte formativo-professionali dei ragazzi. Grazie alla piattaforma Natlive e al canale live streaming disponibile, il salone potrà essere seguito in diretta da tutto il Paese.