Lo credono morto: torna a casa dopo il funerale

8248467-bruno-bara-con-le-mani-su-sfondo-bianco

Una nuova edizione de Il fu Mattia Pascal? No, non si tratta di una rivisitazione del celebre romanzo di Pirandello. Siamo in India e questa storia ha dell’incredibile.

Il giovane Mohammad Haris, studente di 22 anni, è tornato a casa scoprendo che 10 giorni prima era stato celebrato il suo funerale.

In effetti il 22 enne, originario di Eswaramangalam in Kerala, si era recato a Chennai, alla ricerca di un lavoro.  Misteriosamente scomparso dall’albergo dove alloggiava senza dare più notizie di sé.

La polizia, allertata dalla famiglia, aveva iniziato le ricerche e recuperato in un fiume un cadavere decomposto, riconosciuto da padre e madre come quello del figlio, in base agli indumenti intimi e ad una cicatrice su una gamba. Tra le lacrime e la disperazione, la famiglia ha dato il via alla cerimonia di cremazione.

Ma alcuni giorni dopo un parente ha chiamato i genitori da Bangalore per comunicare che il ‘defunto’ era vivo e vegeto e si trovava a casa sua.  E così  il giovane Haris  è rientrato in paese inconsapevole della sua “morte” riabbracciando i famigliari ed i vicini che, sorpresi ed increduli, lo hanno festeggiato.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nei fast food piatti light, e aumenta il fatturato di 17 catene alimentari

Next Article

Un'App per trovare qualunque foto sui social

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".