Lezioni di guida sicura per i ragazzi delle superiori: parte il progetto Io non sbando

io non sbando

 

Guida sicura, prevenzione dall’uso di sostanze psicoattive e bullismo. Sono questi i temi trattati dal progetto “Io non sbando”, promosso dall’associazione ‘Democratica Onlus’ e destinato a 60 docenti e 1.000 studenti dell’ultimo triennio di 22 scuole superiori di Roma, per informarli sui rischi legati al consumo e all’abuso di alcol e droghe, in particolare in caso di guida.

“Io non sbando” partirà l’8 novembre con un evento inaugurale all’Autodromo di Vallelunga, in provincia di Roma. Il progetto prevede incontri di formazione per gli studenti e gli insegnati, ma anche momenti di confronto in cui i ragazzi saranno portati a condividere le proprie esperienze e ragionare insieme. A diversi incontri è prevista la partecipazione di personaggi dello sport e della musica, che aiuteranno gli studenti ad appassionarsi ai temi trattati.

“Per un neopatentato – ha sottolineato il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani – ma soprattutto per un ragazzo che ancora deve impugnare il volante di un’auto o il manubrio di una moto , la consapevolezza delle proprie capacità e l’attenzione alla sicurezza stradale devono rappresentare valori fondanti dell’individuo e della società”.

I ragazzi che prenderanno parte al progetto saranno invitati, inoltre, a girare dei video che rappresentino l’importanza della guida sicura, la lotta all’alcolismo e al bullismo. Le strumentazioni tecniche, in particolare le telecamere, verranno fornite da Enel Cuore Onlus, partner di “Io non sbando”, e tutti i filmati verranno montati insieme per creare un corto della durata di 30 minuti.

Un concreto impegno anche contro il vandalismo, tema caro a Trenitalia, anch’essa partner del progetto, che ospiterà i ragazzi nelle officine in cui vengono riparati i vagoni oggetto di atti vandalici. Una misura per far capire ai ragazzi le conseguenze di gesti compiuti spesso con poca consapevolezza.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il 50 % dei pendolari sogna di trovare l'anima gemella in treno

Next Article

Opportunità di lavoro e stage retribuiti con Microsoft e Ibm

Related Posts
Leggi di più

Si laurea in autogrill pur di andare allo stadio a vedere una partita di Coppa Italia

Massimo Vitti, tifosissimo del Bari, non ha voluto rinunciare alla trasferta di Parma nonostante fosse già in programma la sua proclamazione a dottore in Economia Aziendale. Si è fermato in una stazione di servizio per collegarsi con l'università in videochiamata: alla fine il voto di laurea è stato di 82 su 110 mentre il Bari ha perso ed è stato eliminato dal torneo.